Harry Potter e Twilight? Leggiamoli a scuola

1 ragazzo su 4 vorrebbe leggere a scuola le storie dei personaggi dei best sellers del momento

3 ragazzi su 5 affermano di leggere spesso e di spaziare tra diversi generi letterari. E non disdegnano quelli più "commerciali", che tanto fruttano ai loro autori. Non hanno la puzza sotto il naso i nostri studenti: ammettono che personaggi come Harry Potter, i vampiri di Twilight & co incontrano le loro simpatie. Addirittura, 1 su 4 li leggerebbe a scuola perché li trova più vicini al mondo dei giovani. Per questo, se fossero dei prof, assegnerebbero alla loro classe un libro che racconti i disagi generazionali, come libro cult Noi Ragazzi dello zoo di Berlino, che tratta della dipendenza da droga. Le tematiche attuali non fanno infatti paura agli studenti, che anche nel caso del Giulio Cesare di Roma, dove è scoppiato lo scandalo per la lettura a scuola di un libro sull'amore omosessuale, si dichiarano dalla parte dei prof. E' quanto emerge da una ricerca di Skuola.net e Mario&TheCity, trasmissione radio di m2o, su un campione di circa 900 studenti.

HARRY POTTER & CO, A SCUOLA CON NOI - Una ventata di freschezza tra le letture di scuola? E' così per 1 studente su 4, che vorrebbe che a scuola si leggessero i best sellers del momento, totalmente ignorati tra le letture consigliate dai prof. Eppure per questi ragazzi le letture da spiaggia potrebbero essere una tipologia ben accetta di compiti per le vacanze. Due su 5 considera invece i libri di genere, per così dire, "pop", solo una lettura piacevole da tempo libero, che devono rimanere in questo ambito. Dure le critiche di 1 ragazzo su 3: sostiene infatti che sia roba da ignoranti (18%) o che sia ingiusto che gli autori di questi libri guadagnino così tanto rispetto ad altri più talentuosi(12%).

UNA GENERAZIONE DI LETTORI - Crolla il mito dei ragazzi disinteressati alla lettura. Quasi il 60% degli intervistati dichiara di amare i libri di ogni tipo e di leggere spesso, mentre un altro 15% ammette di leggere solo best sellers o libri divertenti. Rimane alta comunque la percentuale degli allergici della pagina scritta: 1 su 4 infatti considera i libri noiosi, mentre il 5% circa degli intervistati si sente già abbastanza appesantito dai libri assegnati dai prof per leggere altro.

SE IO FOSSI IL PROF...UN LIBRO SU DI NOI - Abbiamo chiesto agli studenti di scegliere il libro che assegnerebbero alla classe se fossero al posto dei professori. La scelta è avvenuta tra alcuni esempi di libri cult: il preferito dal 30% dei votanti è risultato quello più vicino ai disagi della generazione giovanile, in particolare la tossicodipendenza: è Noi Ragazzi dello zoo di Berlino. Subito dopo viene Gomorra (20%), perché approfondisce un tema importante della società italiana. Al terzo posto la biografia di Nelson Mandela (15%), perché i ragazzi riconoscono la necessità di informarsi sui personaggi di spicco dell'attualità internazionale. Agli ultimi posti un classico, un esempio di letteratura straniera e uno di genere "pop rosa": I Promessi Sposi con poco meno del 15% dei voto, Il Grande Gatsby con il 13% e l'ultimo di Fabio Volo con il 7% circa.

LIBERTA' DI LETTURA! - Di larghe vedute quando si tratta di libri, i ragazzi si spingono anche verso tematiche delicate, purché siano attuali. E sicuramente niente semaforo rosso per le fasce protette come per la TV. Infatti, in merito al caso del liceo Giulio Cesare di Roma, dove la lettura in classe di un libro che tratta di amore omosessuale ha fatto scoppiare dure proteste, la risposta è univoca. "Penso che tutte le scuole dovrebbero affrontare questi argomenti!" si legge tra i commenti, oppure "Hanno fatto bene e sono d'accordo,avrei voluto che l'avessero fatto nella mia scuola!". "Temi attuali come questi non andrebbero combattuti, bensì discussi ed argomentati". La lettura, per gli studenti, è infatti la naturale nemica dell'ignoranza, che è invece alla base dell'intolleranza: "Scandalo? gente ignorante! io sono contro l'omofobia!", "Purtroppo i pregiudizi sono duri a morire e l'ignoranza la fa ancora da padrone!".

Carla Ardizzone

Commenti
Consigliato per te
I Licei Classici migliori d'Italia secondo Eduscopio 2017
Skuola | TV
Prima volta: tutte le difficoltà che si possono incontrare

Ospite in studio una psicosessuologa che ci parlerà delle difficoltà che ragazzi e ragazze possono incontrare durante la loro prima volta.

22 novembre 2017 ore 16:30

Segui la diretta