Come superare una bocciatura a scuola: consigli per affrontarla

redazione
Di redazione

Come superare una bocciatura a scuola: consigli per affrontarla

Quando arriva il famoso giorno dei quadri, più o meno, sai che voti hai preso durante l’anno. Quando vedi quella scritta “non ammesso”, è come se ti cascasse il mondo addosso. In principio ti arrabbi con i professori, ma poi ti rendi conto che è stata colpa tua, che non ti sei focalizzato attentamente sullo studio. Dovevi impegnarti di più!

Parlarne con i tuoi genitori

Arrivi a casa e devi informare i tuoi genitori dell’esito dei quadri. Loro si infuriano, il che è comprensibile, ma anche loro devono sentirsi colpevoli di non esserti stati accanto come si deve durante questo anno scolastico. Caro genitore, magari, sembra banale, ma un “ mi dispiace per te” o un “andrà meglio l’anno prossimo” potrebbe aiutare a non far arrivare l’autostima di tuo/a figlio/a sotto zero. Il compito del genitore non è solo dire “hai fatto i compiti”o “hai studiato”, ma anche quello di seguirti e informarsi dai professori del tuo rendimento scolastico.

I principali problemi della bocciatura

Probabimente tua bocciatura sarà stata influenzata dai seguenti fattori:
1- non aver studiato
2- troppo tempo dedicato agli amici invece che allo studio
3- troppa importanza data ai social invece che ai libri di scuola
4- studi intrapresi sbagliati
5- problemi fisici o psicologici.

Come rimediare alla bocciatura

Una bocciatura è in genere accompagnata da sentimenti tipo fallimento, vergogna, sensi di colpa e frustrazione. In questo caso hai tre lunghi mesi, che ti aiuteranno a pensare molto e forse anche farti maturare. Sai benissimo il perché della tua bocciatura.

Lo studio, la nuova classe, i nuovi professori e i tuoi genitori

Potresti farti dare ripetizioni da amici o dai più bravi della classe. Dovete superare la questione “bocciato”. Affrontare un nuovo anno scolastico in modo positivo e una nuova classe, non è difficile. Forse, i primi giorni di scuola in una nuova classe, potrebbero farti sentire disorientato, ma alla fine è solo questione di abitudine. Avere nuovi professori potrebbe essere un piccolo input per farti impegnare e far vedere loro chi sei e cosa puoi fare, ricominciando da zero. Se alcuni professori sono uguali allo scorso anno, non ti abbattere, fai capire loro che ti impegnerai con tutte le tue forze. Recuperare la fiducia dei tuoi genitori sarà lenta, ma basta farti vedere che studi.

I tuoi amici

Limita le uscite durante la settimana e fallo nei week-end. Riferisci ai tuoi amici che devi studiare, sapranno aspettarti. Spegni il telefono o attiva la funzione “modalità aerea” mentre studi, non sarai disturbato dalle notifiche. Ci sono rimedi per tutto, basta solo organizzarsi per affrontare il nuovo anno scolastico al meglio!
Commenti
Consigliato per te
Come affrontare un'interrogazione senza aver studiato
Skuola | TV
Prima volta: tutte le difficoltà che si possono incontrare

Ospite in studio una psicosessuologa che ci parlerà delle difficoltà che ragazzi e ragazze possono incontrare durante la loro prima volta.

22 novembre 2017 ore 16:30

Segui la diretta