Ominide 16919 punti

Trasformazioni fisiche e chimiche

Molte azioni quotidiane, come lavare o cucinare, sono basate su precise leggi della fisica e della chimica. Se per esempio, mettiamo del burro sul fuoco per friggere le uova, provochiamo un cambiamento di stato della materia: compiamo cioè una trasformazione fisica; infatti l’aumento del calore ha favorito il passaggio del burro dallo stato solido allo stato liquido. Quando, invece, bruciamo la legna nel caminetto provochiamo una trasformazione chimica; con la combustione il legno si trasforma in nuove sostanze, dotate di caratteristiche diverse da quelle del legno: ossido di carbonio, vapore acqueo e cenere. Il ghiaccio riscaldato si trasforma in acqua; diminuendo la temperatura, l’acqua torna a essere ghiaccio: la sostanza acqua non è cambiata. Questa è una trasformazione fisica, come tutti gli altri cambiamenti di stato. Se lo zolfo di un fiammifero brucia, si trasforma in una sostanza diversa, l’anidride solforosa: lo zolfo ha subito una trasformazione chimica. Gli strumenti di misura: per effettuare una misurazione occorrono uno strumento e una unità di misura. Esistono diversi strumenti per misurare la stessa grandezza. Il fruttivendolo e il chimico usano entrambi bilance per misurare il peso: ognuno di loro, però, ha bisogno di uno strumento adatto, secondo quello che deve pesare: la frutta o la polvere di zolfo. Mentre al fruttivendolo basta una bilancia che misuri variazioni di pochi grammi, il chimico ha bisogno di uno strumento molto più sensibile, che rilevi variazioni minime di peso. Ogni strumento è costruito per poter effettuare un determinato tipo di misura ed è fornito di una scala che permette di leggerla.
Hai bisogno di aiuto in Scienze per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email