NycVes di NycVes
Ominide 24 punti

Il sistema nervoso umano


Il sistema nervoso provvede principalmente al coordinamento del corpo, a farci Leggere, Studiare, Parlare, Ricordare, Apprendere, Ragionare e mille altre cose.. E'difficile spiegare con precisione la funzione esatta del nostro sistema nervoso in quanto molto complicato ma con piccoli esempi possiamo aiutarci a capire meglio come funziona.. Ad esempio, durante una partita di Basket, il giocatore deve capire se è pronto per ricevere la palla da un compagno valutando se la situazione intorno a se è calma, osservandosi intorno oppure, decidere di rubare la palla ad un avversario seguendo con lo sguardo i suoi movimenti.. Lo sguardo andrà ad analizzare la velocità con cui si sposta sul campo l'avversario, ad esempio e quindi, collegandosi al cervello (attraverso il nervo ottico) dando segnale alle gambe di correre etc.. Quando la palla sarà del nostro personaggio, questo andrà a valutare cosa deve fare sentendo rumori, guardandosi intorno.. Da questo, deduciamo che il nostro sistema nervoso si ricollega a tutti gli organi del corpo per collegarci con il mondo esterno.. Ad una velocità impressionante, riceve o invia stimoli coscienti (volontari) o incoscienti (involontari). Il sistema nervoso è composto dall'encefalo contenente cervello, cervelletto e midollo allungato, dalla colonna vertebrale, contenente midollo spinale e tutti i nervi. A far funzionare il nostro sistema nervoso sono una serie di cellule dello specializzatissimo tessuto nervoso: i neuroni. A differenza delle altre cellule, questi hanno due caratteristiche in più: eccitabilità (la forza di un neurone eccitato da uno stimolo di inviare risposte adeguate, pertinenti allo stimolo ricevuto) e conducibilità (la peculiarità di condurre messaggi in arrivo o in partenza verso la periferia del corpo o le sede principale del sistema nervoso centrale). Anche se queste cellule sono molto specializzate, hanno un grande problema: sono cellule permanenti.. Cioè, una volta specializzate non sono più in grado di riprodursi e quindi un danno ai neuroni è permanente e provoca gravi o meno gravi lesioni comunque incurabili.
Il neurone è composto da diversi elementi: i dendriti (dal greco dendros- albero), corte ramificazioni che conducono l'impulso nervoso verso il corpo cellulare, che è la cellula animale vera e propria del neurone. Ha funzione centripeta a differenza dell'assone che ha funzione centrifuga. L'assone o neurite o fibra nervosa è un prolungamento lungo ma sottile rivestito da una particolare guaina: la guaina mielinica. Questa contiene la Mielina, sostanza bianca molto grassa prodotta dalle cellule di Schwann (biologo tedesco a cui dobbiamo molto perché ha coniato il termine metabolismo e per aver scoperto una sostanza con le sue funzionalità: la pepsina) disposte lungo le pareti dell'assone. Quando le guaine mieliniche si interrompono, formano il nodo di Ranvier. Da ogni assone alla fine, partiranno le fimbrie sinaptiche che finiranno con un rigonfiamento: il bottone sinaptico.
Più fibre nervose (o assoni) che corrono parallelamente le une alle altre, rivestite da tessuto connettivo, a loro volta tenuti tutti in gruppi di tessuto connettivo globale formano quelli che noi chiamiamo nervi. Possiamo paragonare l'anatomia del nervi a quella di un filo elettrico telefonico: le fibre nervose non sono altro che i filamenti di rame.. Ogni filamento di rame è avvolto da un strato di isolante chiamato in anatomia "fascio".. Più fasci ricoperti da altro materiale isolante globale formano appunto il filo telefonico.. L'impulso elettrico che passa per le neuriti (o assoni o fibre nervose) viaggia sempre in una sola direzione e non si disperde mai.. Questo grazie alle guaine mieliniche che hanno proprietà isolanti non facendo disperdere l'impulso elettrico facendolo viaggiare a una velocità molto alta quindi. L'impulso segue questa strada: parte dai dendriti, prosegue verso il corpo cellulare e poi va nell'assone.. Si distribuisce poi verso le fimbrie sinaptiche e verso i bottoni sinaptici.. Qua, l'impulso ha due possibilità: o ricadere su un miocita (cellula muscolare) o prosegue verso un altro neurone.. Il proseguire verso un altro neurone è possibile grazie alle sinapsi.. Andando a studiarle nel dettaglio, possiamo affermare che quando l'impulso elettrico giunge nei bottoni sinaptici, questi rilasciano una sostanza chimica che fuoriesce dalla parete del primo assone (parete del bottone sinaptico delle fimbrie sinaptiche del primo assone per la precisione) e si ferma nello spazio sinaptico (spazio fra la parete del bottone sinaptico delle fimbrie sinaptiche del primo assone e fra la parete del primo dendrite) e poi l'impulso viaggia nel dendrite con cui il bottone sinaptico comunica.. Dopo di che, i neurotrasmettitori cesseranno la loro funzione per poi annullarsi e ritornare nel bottone sinaptico.. Se così non fosse, avremo muscoli contratti ogni istante della nostra vita e ghiandole che secreterebbero di continuo sostanze: infatti, l'impulso elettrico è di tre tipi. 1) A catena, connettivo che connette due neuroni.. 2) Verso un muscolo. L'impulso aziona su un miocita (cellula muscolare)... 3) Verso una ghiadola. Questa secreterà le sostanze che produce

Gli appunti sono per ragazzi di livello delle medie e il linguaggio specifico utilizzato è preso da un ragazzo delle medie.

Hai bisogno di aiuto in Scienze per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email