Video appunto: Piovosità e Venti

Piovosità e Venti



Il clima può subire fluttuazioni annue o giornaliere per via di movimenti di zone di alta e bassa pressione nell'atmosfera, e da ciò dipendono la copertura nuvolosa e la piovosità.

Per quanto riguarda la piovosità, secondo la classificazione di McGinnies, possiamo distinguere:
- aree iper - aride : se le precipitazioni sono inferiori ai 100 mm/anno;
- aree aride: se le precipitazioni sono comprese tra 100 e 250 mm/anno;
- aree semi aride: se le precipitazioni sono comprese tra 250 e 500 mm/anno;
- aree umide: se le precipitazioni sono maggiori di 500 mm/anno.

L’aridità è spesso causata dall'irregolarità e dall'imprevedibilità delle precipitazioni.

I venti sono delle masse d’aria che si spostano orizzontalmente da zone di bassa pressione a zona di alta pressione. Si possono distinguere in:
- Costanti: sono quei venti che soffiano tutto l’anno sempre nella stessa direzione e verso, come per esempio le brezze di mare e di terra e gli Alisei. In particolare gli Alisei soffiano per tutto l’anno verso l’equatore;
- Periodici: sono quei venti che invertono periodicamente il senso; tra questi possiamo ricordare i Monsoni a periodo stagionale e le brezze a periodo diurno. In particolare, i Monsoni sono venti caratteristici delle zone tropicali.