Pelle, organo del senso tattile, termico e dolorifico

La pelle è sede delle sensazioni tattile, termica e dolorifica.
Osservati al microscopio, gli strati profondi della pelle hanno dei corpuscoli in cui giungono le terminazioni nervose.
Alcuni corpuscoli (papille tattili), particolarmente abbondanti nei polpastrelli delle dita, nella lingua, nelle labbra, nella palma della mano, nella pianta del piede, sono sede del senso del tatto: fanno avvertire la forma degli oggetti, le dimensioni, le caratteristiche della loro superficie (liscia, ruvida, dura, morbida).
La sensibilità tattile varia non solo da una regione all’altra del corpo, ma anche da individuo a individuo.
Altri corpuscoli particolarmente abbondanti sul dorso della mano, sulle gote, sulla punta della lingua, sono sede del senso termico e permettono di apprezzare la temperatura dei corpi. La sensibilità per il caldo è tuttavia distinta da quella per il freddo.

Altri corpuscoli, infine, hanno le terminazioni nervose del senso dolorifico, la cui intensità nel corpo varia da regione a regione, e da individuo a individuo. Per esempio, nella mucosa delle guance, in corrispondenza del secondo molare inferiore, la sensibilità al dolore è nulla. I fachiri, infatti, si trafiggono le guance con lunghi spilli e non avvertono dolore.

Hai bisogno di aiuto in Scienze per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email