Ominide 16919 punti

Gli impulsi elettrici viaggiano nello spazio


L'energia elettrica, nel telegrafo e nel telefono, viaggia in un filo conduttore. Ma se il telegrafo o il telefono sono installati su un piroscafo o su un altro veicolo? Agli inizi del nostro secolo l’uomo è riuscito a inviare impulsi elettrici nello spazio, senza la necessità del cavo, per mezzo del telegrafo senza fili. in seguito furono inventati il radiotelefono, la radio e la televisione. Questi apparecchi trasformano suoni o immagini in impulsi elettrici e “caricano” questi impulsi su un “veicolo” che può viaggiare nello spazio a velocità fulminea: le onde elettromagnetiche. All’arrivo, gli impulsi elettrici vengono ritrasformati in suoni (radio, radiotelefono) o immagine (televisione). Alla stazione radiotrasmittente i suoni e le voci, per mezzo del microfono, vengono trasformati in tanti impulsi elettrici più o meno forti, esattamente come nel telefono. Questi impulsi vengono “caricati2 sulle onde elettromagnetiche, che, attraverso lo spazio, li portano al nostro parecchio radio. Qui, nelle valvole o nei “transistors”, gli impulsi elettrici vengono rinforzati migliaia di volte e condotti all’altoparlante. Nell'altoparlante c’è una elettrocalamita che fa vibrare una lamina metallica; questa riproduce suoni e voci. Per la televisione le cose vanno nello stesso modo: solo che in questo caso sono le immagini a venire trasformate in impulsi elettrici. Ciò avviene nella telecamera. Questi impulsi elettrici, sempre sulle onde elettromagnetiche, giungono al nostro televisore, dove vengono di nuovo trasformati in immagini. Lo schema di un more elettrico: facendo passare la corrente elettrica in un avvolgimento di filo metallico, posto tra i poli di una calamita, esso ruota.
Hai bisogno di aiuto in Scienze per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email