Ominide 1162 punti

Conduttori e isolanti

le cariche elettriche sono cariche localizzate, nel senso che si accumulano nel corpo elettrizzato, vengono dette cariche elettrostatiche, e tendono in un tempo più o meno breve a riequilibrarsi, riportando il corpo allo stato neutro.
i corpi che hanno la caratteristica di neutralizzarsi lentamente vengono definiti isolanti elettrici. In essi le cariche elettriche si muovono con lentezza e restano quasi "intrappolate" all'interno del corpo. Sono isolanti l'ambra, il vetro, la ceramica, il legno, le resine, la seta, ecc.
i corpi che invece hanno la caratteristica di neutralizzarsi rapidamente sono definiti conduttori elettrici. In essi le cariche si muovono con notevole facilità neutralizzandosi in breve tempo. Sono buoni conduttori i metalli, le soluzioni di acidi, le soluzioni di basi, le soluzioni di sali, il nostro corpo, la terra, ecc. Il nostro corpo è un buon conduttore perché fatto al 70€ di acqua, uno dei migliori conduttori.
Un dubbio che spesso ricorre, e che con la definizione di isolanti e conduttori è stato risolto, è perché il cacciavite che viene utilizzato dall'elettricista (che lavora sempre a contatto con energia elettrica) presenta un manico di ebanite, perché sarebbe opportuno stirare su un'asse di legno o perché sui tralicci che sostengono i fili delle linee elettriche sono presenti le porcellane a campana.
Hai bisogno di aiuto in Scienze per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email