Ominide 4554 punti

Cervelletto e midollo spinale: caratteristiche e funzioni


Il cervelletto occupa la parte posteriore e inferiore della scatola cranica, a ridosso dell’osso occipitale. Ha dimensioni ridotte rispetto al cervello ma anche la sua superficie è ampliata dalle circonvoluzioni cerebrali. Anche il cervelletto è diviso in due emisferi con la sostanza grigia e bianca nella stessa disposizione del cervello, con la particolare caratteristica che la sostanza grigia si ramifica in quella bianca. La funzione del cervelletto è di coordinare l’azione delle aree motorie. In esso sono localizzati i centri nervosi che ci permettono di camminare senza barcollare, correre, afferrare una palla o un bicchiere senza rovesciarne il contenuto, ecc. il cervelletto coordina tutti i muscoli che partecipano all’azione.
Il midollo allungato o bulbo collega il cervello al midollo spinale. Esso è connesso anche al cervelletto; appare di colore chiaro, con la sostanza bianca all’esterno e quella grigia all’interno.
Nel bulbo sono localizzati i centri nervosi che controllano il respiro ed il battito cardiaco, pertanto le lesioni al midollo allungato sono incompatibili con la vita, perché immediatamente bloccano la respirazione e la circolazione sanguigna. Le fibre nervose che provengono dai due emisferi cerebrali s’incrociano all’interno del bulbo e arrivano al midollo spinale: la parte destra del corpo è perciò controllata dall’emisfero cerebrale sinistro, e viceversa.
Il midollo spinale è una struttura allungata che contiene i centri nervosi che comandano gran parte dei nostri movimenti volontari. Esso si trova nel canale vertebrale e rappresenta il collegamento tra l’encefalo e il sistema nervoso periferico. Nel midollo spinale la sostanza grigia e bianca hanno una disposizione opposta rispetto al cervello: la sostanza bianca è all’esterno mentre quella grigia all’interno. La sostanza grigia forma una sorta di H, le cui estremità sono dette corna anteriori e posteriori. Nella sostanza grigia si trovano i neuroni di associazione, i cui corpi cellulari sono posti nelle corna anteriori. Alle corna posteriori arrivano fasci di fibre nervose che trasportano gli impulsi ai neuroni sensoriali, dalle corna anteriori partono fasci di fibre che portano gli impulsi motori alle ghiandole ed ai muscoli. Le fibre sensoriali e motorie che si collegano al midollo spinale formano i nervi spinali che escono lateralmente tra una vertebra e l’altra.
Il midollo spinale ha una funzione propria di percezione e reazione rapida agli stimoli sensoriali, chiamata arco riflesso. Quando, per esempio, tocchiamo un oggetto senza sapere che è troppo caldo, non appena i recettori del calore sparsi nella cute segnalano che la temperatura non è sopportabile, la mano è ritratta senza che sia resa una decisione volontaria.
Il sistema nervoso periferico è formato dalla rete di nervi che collega le varie parti del corpo al sistema nervoso centrale. In base alla funzione che svolgono i nervi si suddividono in:
• Nervi sensitivi se l’impulso nervoso viaggia dalla periferia al sistema nervoso centrale
• Nervi motori se l’impulso viaggia dal sistema nervoso centrale alla periferia
• Nervi misti se sono formati da fibre sensitive e motrici.
Hai bisogno di aiuto in Scienze per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email