Ominide 2487 punti

I circuiti e le grandezze elettriche
Il passaggio della corrente elettrica avviene lungo un percorso chiuso detto circuito elettrico, costituito da un conduttore e da due estremità tra le quali esiste una differenza di potenziale. Nel circuito possono essere inseriti un utilizzatore e un interruttore.
Quando la lamina dell'interruttore è sollevata, il circuito è aperto, la corrente non arriva alla lampadina che resta spenta. Perché all'interno del circuito passi corrente, la lamina dell'interruttore deve essere abbassata, così il circuito è chiuso e la lampadina si accende.
L'intensità di corrente è la carica elettrica in movimento nel circuito, cioè la quantità di elettroni, che passa in un secondo attraverso una sezione del conduttore. Maggiore è la sezione, maggiore è l'intensità della corrente che può percorrerlo.
Per misurare l'intensità di corrente si usa uno strumento detto amperometro e il valore ottenuto con la misurazione viene espresso in Ampére (
[math]A[/math]
).
Si chiama resistenza l'opposizione che un materiale presenta a lasciarsi attraversare dalla corrente elettrica. La resistenza dipende dal materiale di cui è fatto il conduttore. Ad esempio, il rame, è un buon conduttore.
Per misurare la resistenza si usa l'ohmetro l'unità di misura è l'ohm.
Circuiti in serie e in parallelo
Si possono costruire due tipi diversi di circuito: il circuito in serie e in parallelo.
Nel circuito in serie gli utilizzatori sono sistemati uno di seguito all'altro e sono collegati fra loro: il funzionamento di ogni parte dipende dal funzionamento dell'altra.
Nel circuito in parallelo gli utilizzatori sono collegati separatamente al circuito e perciò possono funzionare indipendentemente l'uno dall'altro.

Hai bisogno di aiuto in Scienze per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email