Sesso: come evitare gravidanze indesiderate

Società Italiana della Contraccezione
In collaborazione con Società Italiana della Contraccezione

 foto di coppia innamorata

Falsi miti sulla contraccezione e poca conoscenza della malattie sessualmente trasmissibili. Questa è la situazione in cui si trovano molti ragazzi che, causa disinformazione, si ritrovano spesso ad affidarsi alla rete o ad amici per risolvere seri problemi come, per esempio, gravidanze indesiderate. Non a caso, basta fare una ricerca in rete per rendersi conto di quanti falsi miti girino su temi importanti come la contraccezione. Ed è proprio per sfatare quelle che sono vere e proprie leggende metropolitane sul sesso - e anche per fare informazione - che la SIC (Società Italiana Contraccezione), con il patrocinio della Regione Lombardia, entra nelle scuole.

#SICDOCET, ORA PIÙ CHE MAI - La prima scuola che ha aperto le porte al SIC è stata il Liceo Scientifico Bramante di Magenta. Proprio qui, infatti, il 15 Aprile, si è tenuto un incontro con gli studenti del liceo sul tema della riproduzione a cui hanno partecipato, tra gli altri, Daniele Grassucci, co-fondatore di Skuola.net in qualità di moderatore; Evelina Lazzati, psicologa della scuola; il professor Annibale Volpe e il dottor Grandi che si è occupato di spiegare la Fisiologia della Riproduzione. Tante le domande da parte dei ragazzi, anche in materia di contraccezione e, appunto, gravidanze indesiderate, come ad esempio: “Sì può rimanere incinta anche se l’eiaculazione non avviene all’interno dell’utero femminile?” oppure “Sì può prendere più volte la pillola del giorno dopo?”. Domande a cui, ovviamente, gli esperti hanno risposto per informare i ragazzi e per evitare, tra le altre cose, che vadano incontro a gravidanze indesiderate.

#SICDOCET, ANCORA NELLE SCUOLE - E domani, 21 Aprile, si terrà il secondo incontro tra gli studenti del Liceo Scientifico Bramante di Magenta e gli esperti del SIC. In questa giornata si parlerà, nello specifico, di contraccezione - in tutte le sue forme - e di malattie sessualmente trasmissibili. A moderare l’evento sarà Carla Ardizzone, caporedattore di Skuola.net mentre, a rispondere alle domande dei ragazzi ci saranno la dottoressa Franca Fruzzetti, della Clinica Ostetrica e Ginecologica Universitaria, del S. Chiara di Pisa e il professor Francesco De Seta, ricercatore universitario presso l'Istituto di Clinica Ostetrica e Ginecologica dell'Università di Trieste. Ma saranno presenti anche la psicologa della scuola, dottoressa Evelina Lazzati e una docente di scienze, la professoressa Anna Maria Negri.

#SICDOCET, DIFFIDA DEI FALSI MITI - Se vuoi, quindi, vivere l’atto sessuale senza rischi e in maniera consapevole, l’unico modo è informarsi. In che modo? Affidandosi sì alla rete ma a chi può davvero aiutarti senza aver paura di chiedere ad un esperto. Ecco perchè, per evitare gravidanze indesiderate o malattie sessualmente trasmissibili, affidarsi alla SIC può essere davvero determinante. La SIC, infatti, è molto attiva sulla rete sia sui social, sia in collaborazione con blogger e testate online. Il tutto, appunto, per creare contenuti comprensibili, chiari e anche potenzialmente virali che hanno lo scopo di sensibilizzare i giovani sull’importanza di una corretta contraccezione.

...credi di non essere abbastanza informato sulle tematiche legate al mondo della contraccezione? Scopri chi ti può aiutare!