Love Snack: primo appuntamento in vista? Ecco i tipi da evitare

McDonald's
In collaborazione con McDonald's

La ricerca dell’anima gemella non è certo impresa facile. Prima di trovarla, sono tante le situazioni spesso assurde in cui ci si ritrova… ma soprattutto le persone che si incontrano! Se, ripensando a un tuo vecchio appuntamento finito male, ora sorridi, devi ammettere che in quel momento non ti sentivi – forse - così positivo. Anzi, lo hai vissuto come una vera e propria tragedia! È un po’ quello che succede ai protagonisti di ‘Love Snack’ - la sketch-com in onda su Italia 1 dal lunedì al venerdì alle 18.25 - interpretata da Matteo Branciamore (già presente nella precedente stagione) e dalla new entry Chiara Mastalli. Proprio attraverso i loro (a dir poco esilaranti) appuntamenti, tutti ambientati in un fast food, è possibile rivivere situazioni e riconoscere persone che non ti saranno del tutto nuove… scopriamole insieme.

La padrona di casa


Bellissima, piena di fascino, intelligente… ha un unico difetto: è la padrona di casa! Sì, colei a cui devi – ogni mese – pagare l’affitto della tua stanza da fuori sede. E non è poco. Se poi la situazione richiede che dobbiate condividere l’appartamento e diventare, così, coinquilini, le cose si complicano eccome. Come fare a non cedere alla tentazione di un appuntamento in cui, probabilmente, finireste a litigare per i turni delle pulizie? Ovviamente, trovando un’altra fidanzata con cui uscire. Ma dobbiamo avvertirti, prima di trovare la persona giusta… potresti incontrarne parecchi, di tipi particolari!

La maestrina


Tra le tipologie di ragazze che è possibile incontrare c’è sicuramente la ‘maestrina’. Che lo sia davvero, lo desideri diventare un giorno o meno, poco importa. Tutto quello che fai e dici viene da lei attentamente giudicato e valutato, proprio come le prof quando interrogano. Insomma, uscire con una ‘maestrina’ vuol dire vivere il primo appuntamento con le stesse ansie che ti assalgono quando sei alla lavagna per un’interrogazione. Inutile poi, provare a comportarsi da alunno… pardon, aspirante fidanzato, perfetto: lei troverà sempre qualcosa da correggerti, anche una virgola, proprio come le insegnanti! Insomma a chi non è capitato di ritrovarsi ad un primo appuntamento con un tipo così?!

L’eterno bambino


Indipendenza e maturità non sono qualità che tutti possiedono, soprattutto quando si parla di maschietti. La cara mamma, infatti, è per molti un vero e proprio punto di riferimento. E fin qui nulla di male, se non fosse che in alcune situazioni è bene cavarsela da soli. Non è però sempre così per tutti. I classici mammoni, quelli che al primo appuntamento non fanno altro che dire “è mia madre che ci pensa”, “se ne occupa mamma” e giù di lì, per ogni aspetto della vita, possono rappresentare un problema a lungo andare, e creare situazioni imbarazzanti nell’immediato! Vuoi una relazione con il ragazzo che ti piace o con la sua cara mammina, alla quale non è detto che tu possa essere simpatica? È bene pensarci subito!

La superstiziosa


Sette anni per uno specchio rotto e guai ad incrociare un gatto nero mentre cammini, per non parlare poi delle scale: occhio a non passarci sotto! Sono solo alcune, probabilmente le più note, delle numerose superstizioni che circolano da sempre e alle quali molti (ancora?) credono. Sì, perché c’è chi è convinto che la sfortuna esista davvero! E cosa succede se incontri al primo appuntamento una tipa superstiziosa, convinta che tutto quello che le sta accadendo è frutto della sventura? L’incontro rischia di trasformarsi in un racconto senza fine di disgrazie, più o meno tali, che trovano la giustificazione nella convinzione che tutto dipenda dalla cattiva sorte. Se non sei uno scaramantico, ti conviene pensarci bene prima di chiedere un secondo appuntamento!

L’uomo nero (fuori e dentro)


Che sia per una questione di moda (il nero va bene su tutto), di linea (si sà, è un colore che sfina) o per altri motivi, c’è chi al total black non rinuncia mai, nemmeno al primo appuntamento. Dietro quindi ad un outfit per nulla originale, diciamolo pure, ci possono essere diverse ragioni. L’importante, però, è che la scelta del look non sia collegata al carattere della persona: guai al binomio nero fuori e cupo dentro. In questo caso, infatti, ti ritroveresti a dover vivere un primo appuntamento che anziché essere ricco di entusiasmo potrebbe avere qualcosa di funereo. Conviene che ti domandi se vale veramente la pena continuare la conoscenza!


Consigliato per te
WhatsApp vietato ai minori di 16 anni, dal 25 può diventare realtà