melaisa di melaisa
Ominide 2160 punti

Skinner e il condizionamento operante

Nel condizionamento operante l’individuo risponde allo stimolo compiendo un’azione che è influenzata a sua volta dai tipi di rinforzo.
Skinner introduce un importante distinzione fra:
• Comportamenti rispondenti, che sono quelli che derivano da riflessi innati;
• Comportamenti operanti, sono quelli che non derivano da riflessi innati ma sono prodotti in modo spontaneo dall’organismo.
Le caratteristiche del rinforzo di cui parla Skinner sono:
• La quantità, nel senso che più forte è il rinforzo più sarà la velocità di apprendimento;
• Il tempo, nel senso che il rinforzo è efficace al massimo quando è immediato;
• La natura, cioè che i rinforzi primari sono più efficaci mentre quelli secondari sono quelli che generano una gratificazione.
Skinner individua due programmi di rinforzo:
• Programma di rinforzo continuo, quando il comportamento corretto viene in qualsiasi caso rinforzato. L’individuo apprende in fretta e tende a dare una risposta sempre corretta, ma solo fino a quando il rinforzo dura. Ad esempio le macchiette a gettoni che se metti una moneta esce sempre qualcosa;
• Programma di rinforzo parziale, quando il comportamento corretto non viene sempre rinforzato. Il gioco d’azzardo oppure i gratta e vinci che conosciamo tutti sono semplici esempi di rinforzo parziale in quanto il premio è intermittente.
Hai bisogno di aiuto in Psicologia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email