Ominide 1796 punti

Psicofisica di Fechner


La psicofisica tenta di individuare le variabili che sono in grado di modificare la percezione che gli esseri umani hanno di un determinato stimolo. I primi studi sono stati condotti da Weber, il quale ha formulato l'ipotesi che si possa trovare una formula costante che individui la differenza necessaria per la percezione del cambiamento.
Gli studi di Weber sono stati ripresi da Fechner, per rispondere ad una ulteriore domanda: come usiamo queste conclusioni per capire la relazione con la sensazione, quindi se siamo in grado di rilevare come la sensazione varia al variare dell'integrità dello stimolo. Fechner ha proposto la sua equazione:
S= c log R+C
S è la sensazione, R è l'intensità dello stimolo e C è la costante di un'integrazione. La formula inserisce un qualcosa che lega i diversi termini. Ci dice che l'intensità percepita è proporzionale al logaritmo dell'intensità fisica. La funzione logaritmica esclude che sia una funzione lineare. Da una parte ho una crescita aritmetica e dall'altra ho una crescita geometrica. All'aumentare dell'intensità non corrisponde un progressivo aumentare della sensazione. Questa legge è valida per i valori intermedi di stimolazione. È stata ulteriormente aggiunta una formula che è stata formulata da Stevens, uno psicologo che ha individuato la variazione con mezzi oggettivi.
Hai bisogno di aiuto in Psicologia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
×
Registrati via email