Ominide 1660 punti

I processi cognitivi
Nell'analisi dei processi cognitivi sono state riportate due differenti teorie circa il funzionamento della nostra mente:associazionismo e comportamentismo,da una parte;cognitivismo,dall'altra.
Secondo il comportamentismo,l'individuo è considerato privo di conoscenze alla nascita,quasi che la sua mente fosse 'vuoto',pronta a essere riempita con le informazioni provenienti dall'ambiente esterno,secondo il meccanismo dello stimolo (ambientale) e della risposta (comportamento).
Per il cognitivismo,invece,la mente funziona sulla base di processi creativi e imprevedibili.
Con lo sviluppo della moderna tecnologia informatica,il cognitivismo focalizzò la propria attenzione sul concetto di informazione,analizzando la capacità della mente umana di elaborare e trasmettere informazioni.
Alcuni cognitivisti,come U. Neisser,considerano importante anche l'analisi del contesto da cui proviene lo stimolo e in cui avviene l'elaborazione dell'informazione.

A Neisser si deve l'elaborazione del concetto di mappa cognitiva,vale a dire l'insieme di conoscenze che abbiamo sul mondo.
L'influenza tra mappa cognitiva e mondo esterno è bidirezionale e si caratterizza come un processo attivo.

La percezione
E' un processo attivo di organizzazione delle informazioni sensoriali.
Si parla di "realismo ingenuo" quando si pensa che la realtà esterna sia quella che viene percepita,ma le illusioni ottiche smentiscono questa convinzione.
La scuola della Gestalt,considera l'esperienza umana come un'unità in cui il tutto è diverso dalla somma delle parti.
Essa elabora una serie di principi in base ai quali il soggetto percepisce ed elabora informazioni: l'articolazione figura-sfondo,i principi di vicinanza,di somiglianza,di chiusura,di continuità di direzione,di buona forma,l'esperienza passata.
Da questi principi discendono alcune regole di composizione.
La percezione viene considerata come fenomeno complesso di elaborazione di informazioni in cui,secondo U. Neisser,operano processi di riconoscimento.
L'attenzione è la capacità di selezionare gli stimoli su cui concentrarsi,per essere poi raccolti dalla nostra memoria ed elaborati dalla nostra intelligenza.
La scoperta dell'effetto Stroop ha permesso di distinguere tra processi automatici e process controllati di attenzione.
La nostra attenzione si focalizza su uno stimolo esterno.
Secondo le teorie del filtro l'attenzione è una risorsa regolata da un sistema centrale in grado di controllare solo un'informazione per volta.

La memoria

E' un processo attivo di elaborazione e conservazione delle attenzioni,in continua evoluzione;essa sarebbe costituita da tre sistemi collegati tra loro:memoria sensoriale,memoria a breve termine,memoria a lungo termine.
Gli studi sulla memoria hanno evidenziato l'esistenza di diversi tipi di memoria.
I processi di funzionamento della memoria sono riassumibili in: selezione,astrazione,interpretazione e integrazione.
L'oblio,si differenzia dall'amnesia,sono state elaborate diverse teorie riguardo ad esso.
La teoria delle interferenze,è la più convincente.

L'intelligenza
E' un processo mentale con il quale si identifica un insieme di processi mentali complessi utilizzati dall'uomo per meglio adattarsi all'ambiente.
L'importanza di questa facoltà ha indotto molti studiosi a elaborare metodologie per la sua misurazione,i test di intelligenza.
Lo psicologo e pedagogista svizzero J. Piaget con i propri studi,ha contribuito a modificare il modo di considerare l'intelligenza,passando dagli aspetti quantitativi a quelli qualitativi,che è l'analisi delle strategie e delle procedure con cui la mente lavora per adattarsi all'ambiente e interagire con esso.
Piaget ha individuato i due processi fondamentali di assimilazione e accomodamento,e le fasi di sviluppo cognitivo.
Accanto alle teorie di Piaget,H. Gardner ha elaborato la teoria delle intelligenze multiple,per la quale il cervello è un organo altamente differenziato e ogni individuo è costituito da una combinazione irripetibile,sempre diversa,di differenti tipologie di intelligenza.

Hai bisogno di aiuto in Psicologia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email