Video appunto: Consistency in psicologia

Consistency



Le teorie disposizionali identificano la consistency, cioè il fatto di essere coerenti transsituazionalmente e attraverso il tempo. la consistency è psicometrica. Consistency è per i disposizionalisti l’idea secondo cui la coerenza viene valutata a livello psicometrico in termini di struttura.
In un ampio campione di dati, mediamente se le persone rispondono in una direzione ad un item tendono a rispondere in una certa direzione anche in un altro item. Vuol dire che mi aspetto che la personalità coerente sia quella personalità in cui accade che l’individuo mette in atto determinati comportamenti coerentemente con quello che la struttura psicometrica ci ha portato a trovare in un ampio campione di individui (applico la legge generale al singolo individuo: se dall’analisi psicometrica di un campione emerge che se chi va alle feste dice anche che ama parlare al telefono, ci aspettiamo anche questo pattern nel singolo individuo). Attraverso il tempo personality consistency vuol dire che se a 5 anni mi descrivo come aggressivo preserverò la mia consistency diventando un adulto che continuerà ad esprimere caratteristiche di aggressività.
Nelle cognitivo sociali questa idea non vale. Consistency sono le strutture di personalità e i pattern if then intrapersonali e inter individuali. Coerenza della personalità vuol dire quelle strutture condizionali in cui se si attiva quell’unità allora si attiva l’intero pattern di quell’unità fa parte. È il pattern a rimanere stabile e a determinare la coerenza delle differenze individuali. Se si modifica anche solo un elemento di quel pattern si potrebbe avere un cambiamento