L'associazionismo

La nascita della psicologia sperimentale

• Cartesio → naturalizzazione dell’uomo biologico che viene separato dalla mente. Questo permette lo studio naturalistico di alcune funzioni psicologiche come la motricità e la percezione.
• Locke → le funzioni della mente vengono separate dallo studio ontologico sulla mente.
• Ideologues →anticipano due problemi fondamentali: il rapporto tra il corpo e la mente e quello tra natura e cultura, ossia tra innatismo e naturalismo.
• Cambia ruolo del sistema nervoso → non più massa indistinta ma sede di funzioni specifiche (Gall).
• Si cerca un parametro fisico la cui variazione faccia variare un qualche processo psicologico. Grazie a Donders il tempo diventa strumento di misura dei fatti psichici.
• Psicofisica → si dimostra relazione tra sensazione e logaritmo dello stimolo grazie a Fechner.

L’associazionismo è la teoria psicologica secondo cui ogni evento psichico complesso deriva da associazione d’idee (contenuti del pensiero in generale) semplici. L’associazionismo può essere definito come modello genetico-esplicativo dei processi psicologici e presuppone l’elementarismo. Esso assume carattere empirista → osserva la realtà e presume che lo psichismo sia frutto di esperienza. Questo va in contrasto con gli innatisti.
Capisaldi:
• Assunto di costanza: l’esperienza sensoriale rappresenta punto a punto le caratteristiche degli stimoli fisici → corrispondenza fra mondo psichico e mondo fisico. Ciò che noi conosciamo del mondo esterno è una rappresentazione di esso corrispondente agli stimoli ricevuti.
• Elementarismo: la costanza non è tra totalità e totalità, ma tra punti del mondo fisico che corrispondono a punti del mondo psichico. Il ponte è una trasposizione atomistica. L’idea di una riduzione del mondo in atomi è necessaria per spiegare la conoscenza sensibile → si riduce il problema in più parti semplici e irriducibili → si spiega ciò che è scomponibile, ciò che dal tutto si può ridurre in parti. Tuttavia questo processo riduce la totalità del problema. Gli atomi sono singole sensazioni.
• Associazione: si risale quindi dall’analisi alla sintesi → studio dell’associazione di singole sensazioni elementari e il modo in cui si combinano per arrivare ad una forma di complessità.
Lo psichismo è il frutto del rispecchiamento del mondo esterno in unità sempre più complesse da elementi semplici → è sempre il mondo che determina le articolazioni delle rappresentazioni di complessità più elevata. L’associazione può essere guidata da meccanismi di carattere endogeno, ossia grazie all’esperienza pregressa oppure grazie alle aspettative, che sono in ogni caso formate per via dell’esperienza.
I fenomeni di carattere illusorio sono il banco di prova dell’, poiché essi rappresentano la falsificazione di questa teoria. Per questo gli associazionisti cercano di salvaguardare la loro scienza normale facendo rientrare in forma di eccezioni nelle regole associazionistiche. Un esempio è il contrasto simultaneo: il problema è come spiegare il fatto che nella sensazione avverto due grigi diversi quando nella realtà sono uguali. Gli associazionisti affermano che il grigio viene elaborato con le stesse qualità del mondo esterno, tuttavia quando essi sono immersi in due sfondi diversi si osserva una differenza. → ma come? → interviene Helmoltz con la legge dell’inferenza inconscia. Gli elementi sensoriali di base vengono integrati con quello che il sistema sensoriale ha già immagazzinato → è possibile che il sistema modifichi l’associazione delle sensazioni integrandole con esperienza pregressa. L’errore sta quindi non nella percezione in sé ma nel modo in cui il sistema sensoriale struttura le piccole sensazioni. Queste modifiche avvengono all’interno dei meccanismi fisiologici stessi → questi processi non sono coscienti → inferenza inconscia.
L’associazionismo è una forma di empirismo.

Hai bisogno di aiuto in Psicologia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email