Le migliori università dove studiare Giurisprudenza

 foto di avvocato del diavolo

La legge è la tua passione? Sogni di trascorrere tutte le tue giornate in tribunale (ovviamente non da imputato)? Se la risposta ad entrambe le domande è "sì" una bella laurea in giurisprudenza è sicuramente ciò che fa per te. Ma a quale ateneo iscriversi? Secondo Censis, non tutte le università sono uguali. Ecco, infatti, la classifica delle migliori università d'Italia in cui studiare giurisprudenza giudicate in base alla "progressione della carriera degli studenti" e ai "rapporti internazionali". La ricerca, condotta in collaborazione con La Repubblica, ha analizzato i corsi di laurea offerti dagli atenei pubblici. Ecco, dunque, le università migliori dove iscriversi a Giurisprudenza nell'anno accademico 2017/2018.

Università di Torino e Università di Firenze

La classifica 2017 Censis-La Repubblica sulle migliori università statali in cui studiare Giurisprudenza si apre con una coabitazione. Perché - con 90 punti di media - troviamo l'Università di Torino e l'Università di Firenze. Anche se, per loro, va fatto un discorso diverso: se, infatti, l'ateneo toscano entra in top ten quello piemontese resta nella stessa posizione dello scorso anno. L'Università di Firenze va meglio nei "rapporti internazionali" (91 punti) ma è molto più carente per le "progressioni di carriera" (82 punti). Anche l'Università di Torino va meglio - di poco - sulla dimensione internazionale (87 punti) mentre fronte carriere si ferma a 86 punti.

Università di Macerata

Buon risultato dell'Università di Macerata, 87.5 punti di media. L'ateneo marchigiano ottiene una buona posizione grazie ai "rapporti internazionali", che ottengono 95 punti; un po' carenti, invece, le "progressioni di carriera", ferme a 80 punti.

Università degli Studi di Brescia

L'università di Brescia, con 88 punti di media ottiene nella classifica 2017 un buon posto tra le top. Il punto di merito sono le progressioni di carriera, valutate 86 punti; leggermente peggio i rapporti internazionali, anche se 90 punti non sono male, soprattutto se confrontati con quelli delle altre università.

Università di Genova; Università di Milano Bicocca; Università di Pavia; Università del Piemonte Orientale

Scorrendo in alto la classifica troviamo subito un altro ex aequo, ben 4 atenei totalizzano lo stesso punteggio, 89 punti: L'università degli studi di Genova, quella di Pavia, Milano Bicocca e l'Università del Piemonte Orientale. Anche in questo caso la prospettiva è differente. Nelle "progressioni di carriera" ottengono, rispettivamente, 85,86,90 e 81 punti; nei "rapporti internazionali", invece, stiamo a 93 punti per Genova, 92 per Pavia, 88 per Milano Bicocca e 97 per l'Università del Piemonte Orientale.

Università degli Studi di Bergamo

L'Università degli Studi di Bergamo entra in classifica in buona posizione. Il punteggio dato dal Censis all'ateneo lombardo è 89.5. Andando ad analizzare il risultato, ci si accorge che l'università di Bergamo conquista 88 punti nei rapporti internazionali allacciati dalle diverse facoltà di Giurisprudenza, mentre arriva a realizzarne 91 nell'ambito "progressioni di carriera".

Università degli Studi di Foggia

Exploit della classifica 2017 per dell’Università di Foggia. Quello pugliese conquista un posto tra i primi 10 atenei per i corsi di laurea in Giurisprudenza. Il merito è soprattutto dei suoi rapporti internazionali, in cui fa registrare 107 punti. Per quanto riguarda la progressione di carriera degli studenti, invece, totalizza solo 73 punti.

Università degli Studi dell'Insubria e Università di Trieste

A metà classifica troviamo un pari merito, l'Università dell'Insubria e l'Università di Trieste a 91 punti. La prima, conquista 88 punti per la carriera degli studenti e 94 punti per il livello di internazionalizzazione. La seconda, invece, ha 82 e 100 punti nelle due voci.

Università degli Studi di Bologna

L'Alma Mater di Bologna scala la classifica fino al terzo posto, con 92 punti. Un risultato, il suo, che continua sul filone dell'equilibrio, visto che ha quasi lo stesso punteggio sia in rapporti internazionali sia in progressione di carriera degli studenti. Nel primo ambito, infatti, realizza 91 punti mentre nel secondo viene valutato 93 punti.

Università di Modena e Reggio Emilia

L'Università di Modena e Reggio Emilia entra in classifica direttamente al secondo posto. Il punteggio dato dal Censis all'ateneo emiliano è 95. Ma andando ad analizzare il risultato, ci si accorge che l'università di Modena e Reggio Emilia è la migliore d'Italia nella progressione di carriera degli studenti, un ambito in cui ottiene, infatti, 100 punti. Mentre arriva a realizzarne 90 nell'ambito "rapporti internazionali".

Università di Trento

Ma il vero exploit della classifica 2017 sulle migliori facoltà di Giurisprudenza degli atenei statali d'Italia è quello dell’Università degli Studi di Trento. Quello trentino viene inserito in graduatoria direttamente sul gradino più alto del podio con 99.5 punti. Il merito è soprattutto dei suoi rapporti internazionali, in cui fa registrare 110 punti. Per quanto riguarda la progressione di carriera degli studenti, invece, totalizza solo 89 punti.


Ecco la classifica completa del Censis sulle migliori facoltà di Giurisprudenza delle università pubbliche italiane:


Daniel Strippoli
Commenti
Skuola | TV
La Skuola Tv sta per tornare

Dopo mesi di vacanza, siamo pronti per ritornare a farvi compagnia!

4 ottobre 2017 ore 16:30

Segui la diretta