Torino come Milano: tasse troppo alte, studenti fanno ricorso

Redazione
Di Redazione

Gli studenti torinesi, guidati dall’UDU, hanno iniziato a una protesta contro l’Università di Studi di Torino presentando un ricorso al Tar.
Come già accaduto a Milano, la protesta sarebbe stata innescata dall’aumento delle tasse universitarie sopra il limite previsto dalla legge.

Tasse troppo alte

Per legge il rapporto tra il gettito studentesco e gettito statale non dovrebbe superare il 20%. L’ateneo torinese, che dallo stato riceve circa 245 milioni di euro, ha approvato un progetto provvisorio secondo il quale gli studenti dovrebbero versare all’ateneo circa 80 milioni di euro. Il rapporto tra i due gettiti sarebbe quindi, secondo i calcoli di Unione degli Universitari, di circa il 33%, facendo pagare agli studenti circa 30 milioni di euro in più.
La coordinatrice di Udu di Torino Valeria Sartori si è scagliata contro gli atenei, sostenendo che non si può permettere la trasgressione sistematica delle leggi gravando sulle tasse studentesche. Perciò l'associazione si è già attivata depositando al TAR Piemonte il ricorso.

Sostegno alle famiglie

Prosegue poi Valeria Sartori: "A Torino crediamo che sia necessario avviare una contrattazione per discutere su come riformare il regolamento tasse dell’Università, in modo tale che non continui ad essere un’università pubblica con uno degli sforamenti più consistenti d’Italia, facendo in modo che già dal prossimo anno non esistano più tasse fuorilegge! È necessario mettere in campo un sistema più equo, innalzando la no-tax area e abbassando consistentemente le tasse, a partire dalle fasce più basse di reddito".
Elisa Marchetti, coordinatrice nazionale dell’UDU, conclude chiedendo il sostegno universitario alle rivendicazioni che l’UDU sta portando avanti da anni: "Pensiamo che la battaglia del sottofinanziamento, che ci vede da sempre in prima linea, richieda il forte supporto da parte delle amministrazioni universitarie. Un supporto alle rivendicazioni che l’UDU ha sempre portato all’attenzione dei governi che si sono succeduti, senza avere risposte adeguate. Quest’azione legale non ha come intento quello di danneggiare l’Università di Torino: chiediamo il rispetto della legge, a tutela del diritto allo studio e vogliamo denunciare l’evidente insufficienza del finanziamento statale che obbliga le università a imporre la terza tassazione più alta in Europa!

Riccardo Caracci
Skuola | TV
Buona estate ragazzi!

La Skuola Tv ritornerà ad ottobre! Buona estate ragazzi!

3 ottobre 2018 ore 16:30

Segui la diretta