10 tipi di studenti con cui non devi fidanzarti

Andyb3105
Di Andyb3105

ragazzi

E' da poco passato San Valentino e ciò implica che un po' di quell'endorfina da cioccolato è rimasta ad aleggiare nell'aria, innescando in ognuno di noi la romantica speranza di trovare l'amante dei sogni. Per chi tra noi è alla ricerca del principe azzurro ed ha riscontrato una grave difficoltà comunicativa su Tinder, uno dei luoghi in cui è più facile trovare qualcosa che rassomigli vagamente a una creatura pseudo umana senza fare troppi sforzi è sempre lei: l'università.
Peccato che i corridoi della dimora della conoscenza siano spesso popolati di esseri discutibili, di cui la redazione di Skuola.net fa un breve elenco qui.

#10 L'esterofilo
Il suo motto è Italiammmerda: ogni cosa dell'Italia fa schifo nella sua visione del mondo, e spesso lo sentirai paragonare la sopra citata patria natia ad altre nazioni, ad esempio, lo sentirai dire che “se vai in Messico vedi l'antichità vera”, e se mai gli facessi notare che l'antichità messicana corrisponde temporalmente al nostro Rinascimento, ti beccheresti anche una bella botta di ignorante-ottusa-“èpercolpadellagentecometechelItaliaèunoschifo”. Altri tasti dolenti sono per lui le ragazze italiane, che sono sempre un po' più bruttine delle estere, e il congiuntivo, le cui regole ha scelto di abbandonare perché tanto l'italiano a livello globale non lo parla nessuno.

Riassumendo, “Seioavrei” state of mind.

#9 Il super tamarro
“Ma Karl Marx è quello che ha suonato l'anno scoros al Tomorrowland?”
Il supertamarro arriva a lezione con gli occhiali da sole pure con l'allerta meteo. Ostenta una forte fede cattolica indossando croci e rosari e rimarcando la sua devozione a suon di bestemmie. Passa le lezioni a dormire per ottenere le energie necessarie per la prossima serata. Se vuoi parlare con lui, preparati ad avere come unico argomento di conversazione la discoteca.


#8 Il cantastorie
Il cantastorie ama la sua voce, ed ha sempre pronto un aneddoto con cui entrare a gamba tesa in ogni discorso: peccato che a nessuno interessi ciò che deve dire, perciò ogni suo racconto viene smorzato con un sorriso di circostanza e un silenzio imbarazzato dai suoi involontari interlocutori. Anche perché, ovviamente, il cantastorie esce sempre fuori tema.

#7 Quello che conosce la gente giusta
Versione 2.0 del "pierre", quello che conosce la gente giusta ha sempre un aggancio da presentarti. Devi entrare in discoteca? Il suo amico fa il pierre. Hai bisogno di metterti l'apparecchio? Ha un amico dentista che può farti tutto gratis. Devi riparare l'iPhone? Tim Cook è il suo migliore amico. Devi farti le tette nuove? Lui stesso è un chirurgo di fama internazionale. Insomma, tra il cazzaro e l'arrogante, quello che conosce la gente giusta punta tutto sulla simpatia. Degli altri, però.

#6 Il mammone
Il mammone si fa vestire da mamma e vive la sua vita nella speranza di compiacere mamma. Il problema è che il mammone sembra una persona normale fino a che non è troppo tardi: magari l'estetica tradisce i tuoi sensi fiaccati dalla solitudine e dall'astinenza, e quindi esci con lui senza notare segnali allarmanti. Solo al momento dell'appuntamento capisci la sua natura di mammone, dato che, probabilmente, ci sarà mamma seduta al tavolo con voi a commentare ad alta voce il fatto che sei carina, ma la sua ex aveva il sedere più sodo. Mannaggia.

#5 Il fidanzato
Il fidanzato è l'appendice respirante della fidanzata, e se il fato vuole che siano in classe insieme il tuo destino è quello di strapparti gli occhi con la fibbia della borsa del tuo vicino per non assistere a limoni rubati sotto i banchi e agli sguardi languidi, che nemmeno il regista del peggior remake di Twilight sarebbe riuscito a concepire. Il fidanzato vive in funzione della fidanzata, di cui parla incessantemente nei rari momenti in cui non parla/messaggia con lei. Anzi, a dire la verità la gran parte dei tuoi compagni di corso non l'ha mai sentito parlare, proprio perché in assenza della sua metà si spegne come un Furby al buio.

#4 Il politico
Il politico organizza comizi. Parla dei comizi che ha organizzato. Riflette sui comizi che organizzerà. Inutile dire che, se prima della campagna elettorale pare essere l'uomo dei sogni, dopo che lo avrai votato e lui avrà vinto, sparirà in maniera più efficace di qualsiasi narcos latitante.

#3 L'isterico
L'isterico alterna momenti di profonda quiete a momenti di agitazione profonda, che lo portano a saltare sulla sedia per qualsiasi ragione. Il problema sostanziale è che con l'isterico non esiste alcun tipo di rapporto normale, dato che anche un “come stai oggi” può costarti l'affettamento di una falange.

#2 Quello con le vestizioni improponibili
A livello caratteriale può essere il ragazzo migliore del mondo, peccato che la leggenda narri che se guardi i suoi accostamenti per più di tre secondi ti trasformi in un hipster californiano. Quello con le vestizioni improponibili sfoggia outfit di dubbia provenienza, sfumature indefinitamente brutte e materiali che offendono la sensibilità dei più emotivi. Non si capisce perché lo faccia, se ci sia uno studio dietro tanta bruttezza o se si limiti a pescare al buio dall'armadio di un freak show. Oppure se sia prigioniero di un incantesimo che lo costringe a vestirsi così male. Sta di fatto che, di fronte a certe cose, il rischio di pianto è legittimo.

#1 Il secchione
Il secchione pensa allo studio e basta. Parla solo degli argomenti della lezione. La fortuna è che è meritocratico: se non sei una da media del 30 non ti rivolge parola, indipendentemente dal fatto che tu ti chiami Megan Fox e faccia la modella di intimo.

… Insomma, a questo punto meglio single.

Andrea Buticchi

Commenti
Skuola | TV
La Skuola Tv sta per tornare

Dopo mesi di vacanza, siamo pronti per ritornare a farvi compagnia!

4 ottobre 2017 ore 16:30

Segui la diretta