Esami sessione estiva: come vincere la sfida

esami della sessione estiva come prepararli al meglio

Tantissimi di voi universitari vedono la sessione estiva come l’occasione per recuperare il tempo perduto o per dare il tutto per tutto per concludere al meglio l’anno accademico, sfruttando il tempo libero che la fine delle lezioni offre. Ma gli appelli di luglio e di settembre coincidono con la stagione più attesa dell’anno, l’amata estate, per cui diventa obbligatorio organizzarsi per tempo, senza cedere alla tentazione di programmi improbabili dettati dall’entusiasmo, ma cercando di sfruttare il tempo, e soprattutto gli appelli. Insomma, giocando d’astuzia.

LUGLIO COL BENE CHE TI VOGLIO… – Molti di voi staranno già studiando un calendario che prevede una quantità incredibile di esami nelle date estive. Infatti, chi deve recuperare esami rimandati durante l’anno vuole liberarsene in fretta concentrandoli a luglio. Chi invece è in regola, vuole comunque sostenere tutti gli esami a luglio per non dover aprire i libri tra agosto e settembre. Niente è impossibile se preparato con attenta pianificazione, per cui il nostro consiglio è di programmare con calma il lavoro e di cimentarvi in imprese impegnative ma concretamente realizzabili, altrimenti rischiate di combinare molto meno di quanto vi aspettiate.

PRIMA DIFFICILI, POI FACILI – Non volete strascichi a fine estate e volete godervi in pace il mese di agosto, quindi dovete agire d’astuzia. Se siete tentati di levarvi di torno per primi gli esami più facili per ridurne subito il numero complessivo, o perché pensate che rimandando gli esami più difficili avrete più tempo per prepararli, sappiate che in realtà questa mossa è controproducente: rimandarli ai secondi/terzi appelli significa al contrario avere meno tempo da dedicarci. Infatti, dovreste preparare più materie contemporaneamente, ma l'imminenza dell'esame vi porterà a concentrarvi di più su quelle che dovete sostenere prima (cioè le più facili). Non conviene!

ATTENTA PIANIFICAZIONE – Sfogliate invece il programma, appunti e tutto il materiale necessario e poi quantificatelo, e una volta stabilito il numero di pagine e di argomenti da imparare, dividete il lavoro in ordine decrescente, in modo che le vostre giornate siano più impegnative all’inizio della sessione, e via via sempre meno. In parole povere, fate in modo di sostenere gli esami in ordine di difficoltà: primo appello per i più difficili, secondo appello per i facili. Se preparate gli esami più difficili al primo appello, infatti, avrete il secondo come piano B. Per fortuna poi, anche se la schifate e la cancellereste dal calendario, la sessione di settembre esiste e la potete sfruttare a vostro vantaggio, ma solo se vi servisse un piano C.

CONSIGLI PRATICI – Ora che avete stabilito il vostro piano d’azione, vediamo qualche consiglio pratico su come studiare. In primo luogo vi serve motivazione. Se ci credete, riuscirete a compiere la vostra impresa. Poi, non siate insicuri e provate sempre l’esame, perché l’unico modo sicuro di non passarlo è non provarci nemmeno. Trovate poi un metodo di studio valido per voi, e non disdegnate il confronto con i vostri compagni di università, che possono darvi dritte utili. In più, ecco qualche regola generale per sfruttare al meglio le ore di studio estivo:

- Non studiate più di 3 materie al giorno per evitare troppa confusione, ed alternatele: una materia mnemonica e tecnica prima di una discorsiva, e così via, facendo una pausa di 10-15 minuti tra una materia e l’altra, ogni circa 2 ore di studio;
- Se richiesti, fate gli esercizi argomento per argomento: avrete un contatto diretto tra teoria e pratica;
- Studiate nelle ore più fresche, o in ambienti climatizzati (biblioteche, aule studio), dove tra l’altro potrete chiedere aiuto ad un compagno se non riuscite a capire qualcosa;

- Portatevi sempre una bottiglietta d’acqua: bevendo molto sentirete meno la stanchezza e manterrete il cervello più ricettivo;
- Mangiate alimenti leggeri e ricchi di potassio, vitamine e fosforo.

E tu come affronti la sessione estiva?

Carla Ardizzone

Commenti
Consigliato per te
Le 10 scuse che anche tu hai inventato per non uscire
Skuola | TV
Non perdere il prossimo appuntamento!

Anzichè di mercoledì, andremo in onda il venerdì. Sei curioso di sapere di cosa parleremo? Segui il nostro sito e lo scoprirai!

1 dicembre 2017 ore 16:30

Segui la diretta