Ecco l'App che ti preparara all'esame di guida con la realtà virtuale

Devi prendere la patente? Basta manuali, adesso puoi esercitarti con un'app e la realtà virtuale e aumentata. Tutto questo grazie a Guida e Vai, network per la formazione che ha ideato un nuovo sistema di insegnamento per preparare all'esame di teoria le nuove generazioni.
Guida e Vai, già proprietaria dell’applicazione Quiz Patente Guida e Vai, oggi la più scaricata in Italia per esercitarsi con i quiz della patente con più di 4milioni di download, mette a disposizione degli studenti non più solo i classici supporti cartacei, ma anche un nuovo manuale completo di schede che integrano la realtà aumentata, con cui è possibile mostrare oggetti virtuali, come modelli di dossi, incroci, rotonde, segnali stradali e molto altro, in uno spazio reale.

Prendere la patente con simulazioni virtuali

Il programma, sviluppo da un team di ingegneri e disegnatori 3D, è in una fase di beta test in due autoscuole lombarde. Una volta finita la fase di collaudo, il prodotto sarà distribuito e sarà gratuito per i partner del network. I ragazzi potranno così immaginarsi a occhi aperti nel mezzo di un incrocio e capire come bisogna comportarsi. L'app mostrerà in anticipo il risultato di un intervento, permettendo di assumere decisioni in minor tempo e di prevenire errori. Gli istruttori potranno mostrare agli allievi, che si doteranno di visore ottico, anche delle situazioni più complesse.

Come in un videogioco ma con serietà

Con la realtà aumentata è sufficiente uno smartphone, mentre per quella virtuale, è necessario un visore ottico, di qualsiasi brand, associato a un qualunque smartphone. I prezzi dei visori ormai partono da 10 euro. L'app consente di mantenere alto e vivo l’interesse durante la lezione e facilitare l’apprendimento. Gli sviluppatori segnalano un miglioramento nell'apprendimento anche del 30% rispetto alle tecniche tradizionali di insegnamento.

Studiare e imparare in modo divertente

“Oggi è assolutamente necessario un cambio di rotta nel settore della cultura. I metodi di insegnamento devono innovarsi e non possono più ridursi alle classiche lezioni frontali. Le nuove generazioni di nativi digitali sempre più abituate ad un mondo iper-connesso e social, dove l’esperienza è al centro di tutto, hanno bisogno di studiare in modo nuovo e coinvolgente e vivere le situazioni per comprenderle al meglio e interiorizzarle” – ha dichiarato Salvatore Ambrosino, Co-Founder e Direttore Commerciale di Guida e Vai.
“Nel mio immaginario non vedo più la cattedra dell’insegnante, ma un’aula con i banchi al cerchio, dove i ragazzi non vanno solo ad ascoltare, ma a vivere le situazioni e a studiare in modo divertente e interattivo” – ha concluso Ambrosino.
Commenti
Skuola | TV
La Skuola Tv sta per tornare

Dopo mesi di vacanza, siamo pronti per ritornare a farvi compagnia!

4 ottobre 2017 ore 16:30

Segui la diretta