Gelosia, violenza e vendetta: il lato oscuro dell'amore tra i giovani

L'amore malato può diventare una condanna a morte. Laura Petrolito, giovane madre di 20 anni, è stata uccisa brutalmente e gettata in un pozzo. A confessare il delitto il compagno della ragazza che, dopo un lungo interrogatorio, ha ammesso di aver agito per gelosia. La stessa gelosia che sempre di più è parte dell'amore tra i giovani, tra cui non mancano comportamenti violenti. A dirlo un recente sondaggio di Skuola.net su amore e gelosia tra 7mila studenti di medie, superiori, università.

Volano schiaffi e insulti

Tra i rispondenti di genere maschile, 1 su 5 – 20% - ha alzato almeno una volta le mani su una ragazza (il 5% anche più di una volta), e più di 1 ragazzo su 3 racconta di aver insultato pesantemente una coetanea durante un litigio (il 5% lo fa di frequente). Vero è anche che, tra le ragazze, 3 su 10 – 28% - ammettono di aver picchiato il proprio fidanzato al culmine di una discussione (il 6% più di una volta).

Ma come si reagisce davanti a un episodio violento? Il 30% delle intervistate è disposta a perdonare uno schiaffo da parte del fidanzato, a patto che non succeda più; il 3% addirittura lo giustifica; solo il 67% lo lascia. Laddove lui si limita a scenate di gelosia, la soglia di tolleranza sale ulteriormente: il 53% delle ragazze non chiude la storia (il 42% perché è convinta di poterlo cambiare, l’11% addirittura perché pensa che la gelosia sia una dimostrazione d’amore).

Amore e gelosia

Un sentimento naturale che può diventare pericoloso quando si è incapaci a gestirlo, come si riscontra puntualmente nei frequenti casi di cronaca. Parliamo della gelosia, che risulta molto accentuata in entrambi gli universi. Tra i maschi, la quota di quanti confessano di essere particolarmente gelosi della fidanzata è del 18%, del 21% tra le femmine.

E se la gelosia è cosi comune, in non pochi casi emerge il desiderio di vendetta, se le cose non vanno come come si vorrebbe. Infatti, se la fidanzata decidesse sul serio di troncare il rapporto, c’è un 9% del campione maschile che tenterebbe di farla pagare. Le opzioni più gettonate? Atti vandalici sulle sue cose (33%), violenza fisica (17%) e minacce di mettere su Internet foto e video intimi (17%). Le ritorsioni, tuttavia, appartengono anche all’universo femminile. Se, infatti, vengono lasciate contro la loro volontà, una buona quota di ragazze (7%), progetta la vendetta. Le loro armi preferite? In vetta c’è ancora il danno alle cose dell’ex fidanzato (13%) ma prende quota l’ipotesi di mettere in giro brutte voci su di lui (12%), senza dimenticare la messa online di materiale ‘piccante’ (7%).


Skuola | TV
Il tradimento? Ecco come scoprirlo!

Assieme ai nostri psicosessuologi cercheremo di esplorare questo fenomeno così complesso e capire cosa spinge alcune persona a tradire. Non perdere la puntata!

14 novembre 2018 ore 16:30

Segui la diretta