Giornata della Memoria 2018: 7 film sulla Shoah per non dimenticare

Redazione
Di Redazione

bastardi senza gloria

Per non eliminare dalla nostra memoria la tragedia delle vittime dell’Olocausto, Skuola.net vi offre una lista dei 7 film più belli che trattano questo argomento così delicato.

1. 'Il bambino con il pigiama a righe'


Questo capolavoro cinematografico parla di quanto è forte il potere dell'amicizia. Questa pellicola, ambientata in piena epoca nazista, tratta della nascita di un rapporto molto più che speciale fra due bambini. I due protagonisti,Bruno e Shmuel, vivono in due mondi completamente opposti, poiché il primo è il figlio di un ufficiale nazista e il secondo un bambino ebreo rinchiuso in un campo di concentramento. Per questo motivo il loro rapporto è unico e, nonostante i pregiudizi della sua famiglia nei confronti degli ebrei, Bruno continua frequentare il suo amico senza lasciarsi influenzare.

2. 'In Darkness'


In questa storia abbiamo come protagonista un operaio addetto alle fognature, che si trasforma da un umile uomo che desidera solo proteggere la sua famiglia, a un vero e proprio difensore degli ebrei. Il protagonista, Leopold Socha, ha l’incarico di trovare un gruppo di ebrei nelle fognature, poiché nessuno le conosce meglio di lui. Quando li trova, gli viene offerto del denaro in cambio del suo silenzio, e Leopold accetta. Dopo una serie di eventi, Leopold si affeziona a loro e decide di aiutarli fino all’arrivo delle armate russe.

3. 'La vita è bella'


Questa pellicola ha come protagonista Guido Orefice, un uomo che si trasferisce dalla campagna Toscana ad Arezzo dallo zio, lavorando come cameriere. Durante il tragitto verso Arezzo, l’uomo incontra una giovane maestra delle elementari, Dora, di cui si innamora profondamente. Dopo una serie di eventi, l’uomo gli rivela ciò che prova e Dora si innamora di lui, anche se viene promessa come sposa a Rodolfo, un arrogante burocrate fascista. Dora decide di lasciare Rodolfo per stare con lui. I due innamorati hanno un figlio che chiamano Giosuè. Ma quando la famiglia viene deportata, Dora viene separata dal marito e dal figlio, che invece rimangono insieme. Guido, per nascondere gli orrori della realtà, racconta al figlio che tutto ciò che accade nel campo sia solo un gioco, il cui vincitore avrebbe vinto un vero carro armato. La storia ha un finale commovente, con il carro armato che arriverà davvero a liberare i sopravvissuti.

4. 'Bastardi senza gloria'


Film di Quentin Tarantino,che tratta della giovane Shosanna, l’unica componente di una famiglia ebrea sterminata dal colonnello delle SS Hans Landa. La ragazza, dopo essere fuggita e aver cambiato identità, diventa la proprietaria di un cinema, ma il suo vero intento è quello di eliminare tutte le alte sfere del nazismo, con l’aiuto di un gruppo di ebrei.

5. 'Jakob il bugiardo'


Jakob Heimè il proprietario di una caffetteria, chiusa ormai da tempo, in un ghetto ebraico della Polonia. Dopo aver ascoltato per caso un bollettino proibito alla radio, che annuncia i successi dell’esercito sovietico sui tedeschi, Jakob diffonde la notizia. Ben presto, però, tutti iniziano a pensare che lui possieda una radio, reato punibile con la morte, anche se la notizia in realtà è falsa. Per non deludere gli amici ed eliminare l’unica briciola di speranza che era nata in loro, continua a inventarsi finti bollettini. Anche i tedeschi vengono a sapere dell’esistenza di questa radio, ma senza trovarla decidono di ricattare il proprietario dell’introvabile strumento, raccogliendo dieci persone con l’ intenzione di giustiziarle nel caso in cui Jakob non si fosse costituito.

6. ‘Monsieur Batignole’


Questo film è perfetto per il giorno della memoria in quanto rispecchia la società parigina durante l’occupazione nazista nella Seconda Guerra Mondiale. Il protagonista, Monsieur Batignole, approfitta egoisticamente della situazione sociale degli ebrei in quanto, quando i suoi vicini di casa vengono deportati, occupa il loro appartamento. Tuttavia, quando il figlio dei proprietari di casa - scampato alla deportazione - bussa alla sua porta, il protagonista, che prima non aveva preso un posizione per difendere la comunità ebrea di Parigi, decide di aiutare il bambino e le sue cuginette a scappare e ad arrivare in Svizzera.

7. ‘Hannah Arendt’


Questo film biografico tratta della vita di Hannah, cinquantenne intellettuale tedesca ed ebrea che ha vissuto a New York, nell’arco temporale tra il 1960 ed il 1964. Si tratta di un periodo molto importante per la protagonista in quanto è proprio durante quegli anni che lei scrive il suo libro ‘La Banalità Del Male: Eichman A Gerusalemme’. Hannah, infatti, quando l’ufficiale nazista Eichman è stato arrestato, ha assistito al suo processo a Gerusalemme, e si stupisce della condiscendenza dei sopravvissuti nei confronti dell’ufficiale mentre si dichiara solo un burocrate che doveva eseguire ordini odiosi. Dal suo libro emerge la teoria per la quale la mancanza della responsabilità delle proprie azioni criminali, l’assenza di radici e di memoria portano esseri banali, e non persone, a diventare veri e propri agenti del male.

Leonardo Natali

Consigliato per te
10 curiosità che non sapevi su Roma
Skuola | TV
Maturità 2018: i consigli di Marco Travaglio - #primaprova

Con il direttore del Fatto Quotidiano commenteremo gli eventi di attualità più importanti avvenuti quest'anno e capiremo quali consigli bisogna seguire per scrivere un perfetto articolo di giornale durante la prima prova di Maturità 2018.

20 aprile 2018 ore 16:30

Segui la diretta