I 10 tipi di persone (tranquille) che incontrerai in spiaggia

Redazione
Di Redazione

In che modo ci trasformiamo da persone comuni in... “tipi da spiaggia”? Dal salutista fissato con lo yoga al dipendente dallo smarthphone , dall'isolato all’ impiccione. Ecco qui un’utile rassegna dei possibili vicini di ombrellone.

"tipi persone spiaggia"
Finalmente l’estate! Anche quest’anno è arrivata e molti di noi staranno per lasciare le bollenti città per raggiungere lidi più divertenti. Le spiagge sono il luogo principe della tintarella, dello sport, del relax, ma anche il teatro di seduzioni, amicizie,confronti sociali. Qui è perfettamente naturale quello che altrove ci metterebbe in imbarazzo: stare seminudi, sdraiati, a pochi centimetri da altre persone. Sulla sabbia mettiamo a nudo anche la nostra personalità. In spiaggia è come se i nostri metri di giudizio si capovolgessero: la nudità ci impone valori come la cura del corpo e la bellezza fisica, che diventano più importanti. Nello stesso tempo, stare seminudi , senza trucco e parrucco (soprattutto per le donne) ci aiuta ad omologarci, ad integrarci con chi abbiamo accanto.
Ovviamente ciò non vale per tutti, alcuni possono anche sentirsi molto a disagio. Di seguito cercherò di individuare le tipologie più frequenti di persone con cui potrete trovarvi ad avere a che fare

L'asociale


Va in spiaggia per rilassarsi e non le interessa fare nuove amicizie. Preferisce occupare posti defilati, spesso al margine esterno dello stabilimento o in centro in cui è più difficile essere notati. Una persona non interessata alla “caccia” costruisce per sé un isolamento fisico marcato: sdraio vicino al limite dello stabilimento, auricolari, aspetto rilassato, occhi socchiusi... nessun segnale di disponibilità alla conversazione.
Se è sola, è probabile che cerchi di occupare la sdraio vicina con una borsa o qualche oggetto: per creare una difficoltà in più a chi volesse sedersi accanto a lei. Insomma, sarà un soggetto difficile da abbordare, meglio lasciar perdere se proprio non vi interessa tanto. Questa tipologia ovviamente vale anche per il ragazzo, timido e chiuso che indosserà occhiali da sole per "schermarsi" dal mondo che lo circonda... magari preferendo leggere e ascoltare musica con gli auricolari: le sdraio attorno offriranno una barriera fisica su tutti i lati.

Ragazza estroversa


E’ spesso in cerca di conoscenze. La si incontra lungo il passeggio centrale, dove può osservare più prede e mettersi in mostra. Se è con le amiche si divertirà a girare per la spiaggia, con fare da stupidina, magari sedendosi al bar a sorseggiare una bibita fresca (perché il théino è buono) e cercando pretesti per attaccare bottone con gruppi di ragazzi. Una ragazza che vuole sedurre ha gioco facile in spiaggia: scegliendo una sdraio lungo la passerella centrale può osservare facilmente i ragazzi che passano o frequentano la zona.


Il bagnasciuga è simile a un palcoscenico per lei.Chi vuole farsi notare non farà troppa fatica appostandosi in riva al mare o passeggiandovi sculettando allegramente, alimentando testosterone a manetta sul genere maschile.

"Io sto in barca"


Non è mai in spiaggia ovviamente ma dalla barca però “domina” (e si fa guardare) avvicinandosi alla riva. Occupa così il palcoscenico dalla posizione che gli permette il maggiore esibizionismo. Non mira alle spiagge più esclusive in cui di certo non sarebbe notato, ma mostra la propria “forza” al comando di un grosso motore. Probabilmente per compensare la mancanza d'altro e non serve specificare cosa. Non vuole mischiarsi con “la plebe della sabbia” e non accetta di dipendere dalla natura per spostarsi: non lo si vedrà mai su una barca a vela, questa va lasciata agli avventurosi, sporcarsi le mani e faticare troppo non fa per lui.

Lo sportivo


E’ dinamico, punta molto sul proprio aspetto per farsi notare. Si posiziona ovunque si possa praticare sport e partecipa a tutti i tornei o gare organizzate in spiaggia. Anche quello di bocce. Il luogo dei giochi è anche, spesso, il preferito di chi ha la personalità del seduttore. Qui infatti si mette in mostra, fa notare il proprio corpo e l’abbronzatura da 'disoccupato ignorante seriale'.

Spesso non va neppure ad attaccare discorso con le ragazze, si lascia ammirare per un po’, mostrando la propria leadership attraverso l’abilità con la palla che, come per caso, finirà vicino a una bella ragazza. Quest'ultima, con il solito sorriso di cortesia falsissimo, restituirà al pallone mentre il pensiero ha accolto solo insulti!

Il social network & abbronzatura addicted


Il primo vive con lo smartphone in mano. Passa la giornata a farsi selfie o immortala la sua vicina di sdraio. Dopo essere stata condivisa su Instagram la foto verrà divulgata su Pinterest e caricata su Facebook e Twitter, con l'hashtag #conquisteinspiaggia. Insomma, si diventa famosi in pochi minuti ma occhio agli altri ed a chi immortalate, potrebbero fraintendere e spazientirsi.
Il secondo, spesso più una lei, si alzerà ad orari improbabili la mattina per accaparrarsi il lettino in spiaggia stendendovi il suo salviettone poi se ne tornerà a letto e comparirà dopo colazione attrezzata di occhialini appositi e bottigliona d’acqua a spray oleoso superabbronzante. Dal mattino presto fino a cena state certi di poterla trovare lì immobile: mangiare, muoversi, guardare il mare? Tutto secondario!
Immancabile poi un bel selfie che verrà subito caricato su Instagram o Facebook con classico commento “abbronzatura ne abbiamo?”

Il Macho


Di tutte le età, sempre più presente sulle nostre spiagge, si mostra all'alba in tenuta da jogging e corre, senza una meta, da un bagno all'altro. Alle dieci, si confronta con un'estenuante sessione di addominali, o cimentandosi in flessioni che mettono in mostra i suoi muscoli guizzanti e tonici, sollevando una tempesta di sabbia. Molto simile al PALESTRATO nella cerchia dei tuoi amici.
Convinto di trovarsi a Wimbledon, si cimenta in smash sui passanti del bagnasciuga a colpi di racchettoni. Nei pressi di una piscina, tenta il tuffo carpiato, innaffiando gli ignari lettori sotto l’ombrellone e spanciando contro un muro d'acqua. Questi soggetti o diventano gli idoli della spiaggia o bersagli dei più sinceri insulti da parte dei tranquilli bagnanti.

Il salutista


Da non confondere con lo sportivo. A differenza dell’esemplare precedente, il salutista saluta il sole nella posizione del loto. In spiaggia beve centrifugati biologici e acque detox a bordo piscina. Dunque, in caso vogliate cominciare una dieta è un ottimo incentivo, in caso contrario vi squadrerà dall'alto in basso ogni volta che vi avvicinerete con un bombolone alla crema o un cono gelato.

L'animalista


Preferisce i quadrupedi ai bipedi, permettendo loro ogni sfogo. Vi volterete sentendo pronunciare parole dolci e in tono coccoloso; crederete di vedere un bel bambino pacioccone di pochi mesi e invece vedrete questo tipo con animaletto al seguito appositamente agghindato per la spiaggia con tanto di trousse personale magari! Occhio a dove mettete i piedi e attenti a nuotare in un raggio troppo vicino a “Fido”, perché pestarla porterà anche fortuna ma le doccette e il mare sono sempre troppo distanti in casi come questi!

Skuola | TV
Non perdere la prossima puntata!

Curioso di sapere chi sarà il prossimo ospite? Non ti resta che continuare a seguirci per scoprirlo!

12 ottobre 2020 ore 15:30

Segui la diretta