Nicky83 di Nicky83
VIP 5230 punti

Il Tempo e il Ritmo


Il tempo
Il tempo è un numero frazionario che si scrive all’inizio del brano musicale. Esso indica il numero di accenti che ci sono all’interno di una battuta. Essi possono essere forti o deboli. Nel tempo 3/4 c’è il primo accento forte e gli altri due deboli. Nel tempo 4/4 il primo è forte, il secondo è debole, il terzo è meno forte e il quarto è più debole. Nel tempo 2/4 abbiamo due accenti, il primo forte e il secondo debole.
I tempi possono essere regolari, irregolari, semplici e composti.
I tempi semplici hanno per ogni accento o suddivisione due pulsazioni. I tempi composti ne hanno tre. Per esempio sono tempi sempli i tempi 2/4, 3/4 e 4/4 mentre sono tempi composti i tempi 6/8 e 12/8.
I tempi regolari hanno l’accento sempre costante mentre quelli irregolari sono variabili (per esempio i tempi 5/4, 7/4 e 13/4).

Il Ritmo
Esistono due tipi di ritmo: il ritmo naturale e il ritmo artificiale.
Nella prima categoria rientrano gli eventi ritmici naturali, come la successione delle stagioni e l’alternarsi del giorno e della notte. Il nostro cuore, anche se batte in maniera diversificata, segue un proprio ritmo. La successione delle pulsazioni uguali e/o diverse sono le caratteristiche del ritmo.
In musica il ritmo è subordinato agli accenti che il tempo stabilisce.

Hai bisogno di aiuto in Musica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email