Ominide 14611 punti

Strumenti a corda pizzicata


L’arpa: l’arpa è un grande strumento (alto come un uomo di media statura) a forma di triangolo posto verticalmente. Nel suo interno vi sono, tese, 46 corde che, dalla più esterna, diminuiscono gradatamente di grossezza e di lunghezza. Questo strumento si suona pizzicando le corde con ambedue le mani e perciò è in grado di produrre più suoni contemporaneamente. Il suono dell’arpa è ricco di risorse e di effetti: ricorda quello del pianoforte, senza però averne la potenza e l’efficacia; imita il rumore del mare e del vento come nessun altro strumento ed è indicato per le sonorità dolci, delicate (è lo strumento che i pittori affidano agli angeli nel gran concerto del Paradiso), pur risaltando in brillantezza nei brani veloci.
La chitarra: questo strumento è formato sullo stesso principio e modello degli strumenti ad arco: consta cioè di una cassa armonica, di un manico con una tastiera, e di corde disposte longitudinalmente, ad ugual distanza l’una dall’altra: queste però vengono esclusivamente pizzicate con le dita della mano senza l’ausilio di nessun tipo di arco. Si suona appoggiandola a una gamba e premendo con la mano sinistra le corde contro la tastiera per ottenere le varie note. Le corde della chitarra sono 6. L’uso di questo strumento è particolarmente indicato ad accompagnare la voce umana e per questa ragione è assai diffusa nel genere della musica leggera e popolare. Accompagnata anche efficacemente i ritmi da ballo e su di essa è possibile anche eseguire le note del canto in special modo quelle delle canzoni. Strumento simile alla chitarra è il mandolino, più piccolo e panciuto, con 8 corde e senza la schiacciatura al centro dell’ovale. Si suona con il plettro ed è indicato per musiche folkloristiche e campagnole.
Hai bisogno di aiuto in Musica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Strumenti a percussione con suono indeterminato