blakman di blakman
VIP 9176 punti

Da L'Elisir d'amore di Gaetano Donizetti

Rappresentato per la prima volta a Milano nel 1832, l'Elisir d'amore è un melodramma in due atti, di argomento brioso e con un lieto fine. Tutta la vicenda ruota intorno ad un "filtro magico" (che in realtà è un'intruglio senza efficacia) cui il ciarlatano Dottor Dulcamara (basso) attribuisce poteri miracolosi tra cui quello di aver fatto innamorare due giovani, Adina e Nemorino. La vicenda termina in allegria con Dulcamara che esulta, accompagnato dal coro, decantando le magiche proprietà della porzione:

Ei corregge ogni difetto,
ogni vizio di natura.
Ei fornisce di belletto
la piu' brutta creatura:
camminar ei fa le rozze,
schiaccia gobbe, appiana bozze,
ogni incomodo tumore
copre si' che piu' non e'.

Contadini, soldati.
Qua, dottore, a me, dottore.
Un vasetto, qua due, qua tre.
Dulcamara
Egli e' un'offa seducente
pei guardiani scrupolosi
e' un sonnifero eccellente
per le vecchie, pei gelosi;
da coraggio alle figliuole
che han paura a dormir sole;
svegliarino e' per l'amore
piu' possente del caffe'.
Contadini, soldati.
Qua, dottore, a me, dottore.
Un vasetto, qua due, qua tre.
Dulcamara
Prediletti dalle stelle,
Io vi lascio un gran tesoro;
tutto e' in lui: salute e belle,
allegria, ricchezza ed oro.
Rinverdite, rifiorite,
rimpinguate ed arricchite:
dell'amico Dulcamara
ei vi faccia ricordar.
Contadini, soldati
Viva il grande Dulcamara
possa presto a noi tornar.
Adina
Per lui solo son felice!
Del suo farmaco l'effetto
non potro' giammai scordar.
Nemorino
Io gli debbo la mia cara!
Del suo farmaco l'effetto
non potro' giammai scordar.
Belcore
Ciarlatano maledetto!
Che tu possa ribaltar!

Hai bisogno di aiuto in Musica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Calendario Scolastico 2017/2018: date, esami, vacanze