Ominide 161 punti

Nella prima metà dell’Ottocento si diffonde in Europa un movimento che prende il nome di “Romanticismo” . Nell’Ottocento, la forma di spettacolo più amata e seguita del grande pubblico fu il melodramma. Esso coinvolgeva il pubblico di ogni strato sociale che riempiva i teatri. La musica raggiunse una diffusione mai avuta prima. I caratteri del melodramma tuttavia cambiarono: a parte la maggiore importanza dell’orchestra, la principale novità fu il declino dell’opera buffa, che ebbe il suo più grande esponente Gioacchino Rossini.

Notevole diffusione ebbe l’opera di tipo drammatico, basata sui libretti che narravano fatti storici. A questo orientamento è legato soprattutto Giuseppe Verdi.
Tra i due grandi maestri, Rossini e Verdi, si mosse una vasta schiera di musicisti, come Gaetano Donizetti e Vincenzo Bellini.
La Germania non ebbe prima dell’Ottocento una scuola del melodramma, come ebbero invece Italia e Francia, e molti musicisti tedeschi cercarono di darle vita in epoca romantica. Uno dei primi fu Carl Maria von Weber, fu però Richard Wagner che ricevette notevole impulso, raggiungendo nuove vette artistiche.

I caratteri distintivi della musica strumentale romantica furono:
• Forma: graduale cambiamento delle forme strumentali e delle regole che bisognava seguire e si faceva ricorso a forme sempre più libere.
• Creazione di musica e programma: si componevano poemi sinfonici su vicende storiche, e si utilizzavano anche le danze del folclore popolare.
• Melodia: che ebbe la massima importanza, e ad essa i compositori dedicarono tutta la loro attenzione.
• Timbri: il pianoforte si afferma come lo strumento più adato alle esigenze espressive dei musicisti romantici.
• Andamento-agogica: si utilizzavano i livelli estremi della velocità.
• Dinamica: le sonorità sfioravano i livelli estremi con tutte le variazioni graduali.
• Armonia: si affermava il passaggio da una tonalità al’altra.

Uno dei compositori di particolare importanza fu Niccolò Paganini che fu un artista straordinario e il più virtuoso compositore di violino di tutti i tempi. La sua attività di compositore fu legata a quella di esecutore, in quanto trovava innaturale eseguire musiche sulle quali non aveva un completo controllo. In Italia e nel resto dell’Europa, grande protagonista della musica romantica fu il pianoforte, solista o inserito nell’orchestra. Tutti i maggiori compositori realizzarono per questo strumento bellissime pagine di musica.

Hai bisogno di aiuto in Musica per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Come fare una tesina: esempio di tesina di Maturità