romanticismo musicale

Con l’avvenire della rivoluzione francese la classe nobiliare francese iniziò a perdere parecchia importanza. Si iniziarono a diffondere ideali illuministi che portano la popolazione e a borghesia a insorgere verso i nobili ed a organizzare rivolte. Gli ideali di quel periodo erano fondati sulla ragione quindi tutto ciò che non era spiegabile attraverso essa era ritenuto poco importante e quindi veniva esso da parte. Fu così che nel 1700 illuminista la musica perse parecchia importanza fino ad arrivare al ultimo posto del arti. Data la scarsa importanza e considerazione della musica i musicisti non poterono far altro che lavorare alle dipendenze di nobili e mecenati. Solo che i nobili non comprendevano il valore della musica come rara e raffinata arte ma la consideravano un intrattenimento poco razionale. Alla fine del 700 si iniziò a diffondere un movimento culturale detto romanticismo nel quale sono esaltati i sentimenti. E fu così che gli uomini iniziarono a provare ad interpretare i messaggi mandati dalla musica. Allora la musica divento la prima delle arti. Si crearono salotti musicali nei quali i musicisti suonavano condividendo, tramite la musica, i loro ideali e le loro idee. I figli delle famiglie borghesi più ricchi cominciarono a studiare musica sotto l’insegnamento dei musicisti. Essi iniziarono a comporre brani semplici e esercizi per gli allievi. Nelle forme musicali si richiedono brani espressivi ma concisi. Si prediligeva il pianoforte per notturni e improvvisi. Il pianoforte è considerato lo strumento più importante data la sua espressività.

Hai bisogno di aiuto in Musica per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email