Seconda prova maturità 2015 produzioni tessili sartoriali 1

 foto di simulazione seconda prova produzioni tessili-sartoriali

Pubblicata dal Ministero dell'Istruzione la simulazione tracce seconda prova maturità 2015 per Istituto professionale, articolazione artigianato, opzione produzioni tessili-sartoriali, esempio 1. Ecco come esercitarvi in vista della maturità 2015 con la seconda prova maturità redatta direttamente dal Miur. Materia seconda prova maturità 2015 oggetto della simulazione: progettazioni tessili, abbigliamento, moda, costume.

Esempio 1 seconda prova maturità 2015 produzioni tessili e sartoriali

SECONDA PROVA MATURITÀ 2015 - SIMULAZIONE PRODUZIONI TESSILI SARTORIALI, PARTE 1

Il candidato svolga la prima parte della prova e risponda a due tra i quesiti proposti nella seconda parte.

“…volevo una collezione che parlasse da sola. Volevo che fosse letteralmente di stagione, che raccontasse l'idea stessa della primavera..”
Raf Simons, IL TRIONFO DELLA DONNA FIORE

Il creative director della Maison Dior ha visto nelle sue ultime collezioni una metafora della primavera, la stagione del risveglio della natura; ecco le donne fiore in cui rivive la visione della femminilità di Monsieur Dior. Donne radiose e romantiche le cui silhouette sembrano schiudersi e fiorire sulla sua passerella .
La Maison Dior non è l’unica a giocare con l’enfatica bellezza delle corolle variopinte, tra i tanti abbiamo Balestra, Gianbattista Valli, Blumarine ognuno con la propria reinterpretazione, infatti, il bello della moda è reinventare e reinventarsi pur stando al passo coi tempi; pertanto si chiede al candidato di far rivivere l’elemento principe della moda: Il Fiore, o tanti fiori tra forme e colori.

Al candidato è richiesto di:


    1. Costruire il mood rielaborando gli elementi dell’atmosfera sulla base delle nuove tendenze, corredandolo di titolo e di una breve didascalia che suggerisca analogie con la tematica sviluppata.
    2. Creare la cartella colori in coerenza al mood d’ispirazione
    3. Individuare le linee da sviluppare ed elaborare una serie di schizzi per lo studio preliminare dei modelli
    4. Eseguire un figurino, scelto dagli schizzi, con descrizione dei modelli impaginandolo secondo il gusto personale e in armonia con le scelte progettuali
    5. Elaborare, sullo schema allegato o su uno schema in uso, il disegno in piano da accostare al figurino scelto

Sommerso dallo studio per la seconda prova maturità 2015? Fai una pausa e sorridi guardando questo video

SECONDA PROVA MATURITÀ 2015 - SIMULAZIONE DI PRODUZIONI TESSILI SARTORIALI, PARTE 2

1. Il cliente destinatario delle creazioni presentate
2. A quale tendenza artistico- culturale o di tradizione locale si può accostare quanto elaborato e perché?
3. Si delineino in uno schema gli steps necessari per la progettazione di una collezione
4. Differenze tra figurino d’immagine e figurino in piano

 foto di figurino d'immagine seconda prova produzione tessili-sartoriali

DATA, DURATA SECONDA PROVA MATURITÀ PRODUZIONI TESSILI SARTORIALI E STRUMENTI

- Il giorno della seconda prova maturità 2015 di Produzioni tessili sartoriali è previsto per il prossimo 18 Giugno 2015. I maturandi avranno a disposizione 8 ore. È consentita la consultazione di manuali, libri, cataloghi e riviste disponibili nel istituto sede d’esame, nonché l’utilizzo di tecniche e strumentazioni, per la riproduzione e l’elaborazione informatica di testi e immagini, accessibili a tutti i candidati nel tempo stabilito per la prova.

Esempio 2 seconda prova maturità 2015 produzioni tessili sartoriali

SECONDA PROVA MATURITÀ PRODUZIONI TESSILI SARTORIALI, SIMULAZIONE - PARTE 1

Il candidato svolga la prima parte della prova e risponda a due tra i quesiti proposti nella seconda parte.

“Sono le rose, intese come simbolo del divino. Il profumo di rose, infatti, è una delle prime manifestazioni di apparizioni celesti ed eventi miracolosi…..Ancora una volta Dolce&Gabbana portano in scena una Sicilia mitica, sospesa nello spazio e nel tempo, una sorta di mondo incantato e perfetto dove solo il meglio dell’isola esiste…”
[Simona Melani , DOLCE&GABBANA, DEVOTI ALLA SICILIA, <http://www.thewardrobe.it>]

Rosa – rosae – rosae: tutte le declinazioni dei fiori nella moda. I fashion designers Dolce & Gabbana non sono gli unici a giocare con l’enfatica bellezza delle corolle variopinte. Non da meno sono Laura Biagiotti che fa sfilare sulle passerelle della Milan Fashion Week, abiti a corolla e stampe floreali con peonie e rose, mentre i petali avvolgono revers di giacche ; Louis Vuitton le cui margherite di pizzo traforato al laser della P/E 2012 impreziosiscono abiti, gonne e grandi colletti tondi da educanda ma anche Balestra con i splendidi fiordalisi, Blumarine, Gianbattista Valli …
Il bello della moda è reinventare e reinventarsi pur stando al passo coi tempi, pertanto si chiede al candidato di far rivivere l’elemento principe della moda Il Fiore attraverso uno studio di varianti dei capi proposti mirate anche al recupero e alla valorizzazione di produzioni tradizionali del territorio.

Al candidato è richiesto di:


    1. Analizzare le linee proposte per creare una serie di varianti di modello o di tessuto
    2. Eseguire una serie di schizzi per lo studio preliminare corredando gli stessi di note tecnico-descrittive
    3. Eseguire un figurino scelto tra le varianti proposte
    4. Presentare la scelta progettuale proposta insieme al capo base assegnato con un impaginazione che ne valorizzi il tema d’ispirazione
    5. Elaborare, sullo schema allegato o su uno schema in uso, il disegno in piano da accostare al figurino scelto
    6. Arricchire gli elaborati di note tecnico-descrittive

Alla ricerca del metodo di studio per la maturità definitivo? Scoprilo guardando il video

SECONDA PROVA MATURITÀ 2015 PRODUZIONI TESSILI SARTORIALI, SIMULAZIONE - PARTE 2

Il candidato deve rispondere a due dei quattro quesiti proposti.

1. Si descriva brevemente il cliente destinatario delle creazioni presentate
2. Si descriva il tema cromatico proposto inserendo le palette base della cartella colore
3. Cos’è una fiera campionaria
4. Differenze tra figurino d’immagine e figurino in piano

 foto di figurino d'immagine seconda prova produzione tessili-sartoriali

 foto di Dolce&Gabbana A/I 2014 men-collection

Fig. 1: Dolce&Gabbana A/I 2014 men-collection

 foto di Dolce&Gabbana A/I 2014 women-collection

Fig. 2: Dolce&Gabbana A/I 2014 women-collection

 foto di Dolce&Gabbana A/I 2014 kids-collection

Fig. 3: Dolce&Gabbana A/I 2014 kids-collection

DURATA SECONDA PROVA MATURITÀ PRODUZIONI TESSILI SARTORIALI E STRUMENTI - Il giorno della seconda prova produzioni tessili-sartoriali è previsto per il prossimo 18 Giugno 2015. I maturandi avranno a disposizione 8 ore per poter svolgere la loro seconda prova maturità 2015. È consentita la consultazione di manuali, libri, cataloghi e riviste disponibili nel istituto sede d’esame, nonché l’utilizzo di tecniche e strumentazioni, per la riproduzione e l’elaborazione informatica di testi e immagini, accessibili a tutti i candidati nel tempo stabilito per la prova.

Commenti
Skuola | TV
Adolescenti e relazioni malate

Quando un rapporto è malato? Quali sono i segnali che devono farti allarmare? Di questo e molto altro parlereno nella prossima puntata con il supporto di un sessuologo.

18 ottobre 2017 ore 16:30

Segui la diretta