Materie maturità 2014: le prove più faticose

francesca_fortini
Di francesca_fortini

le seconde prove più lunghe

Le materie d'esame della seconda prova sono quelle che più terrorizzano gli studenti di tutta Italia, qualsiasi sia il liceo o l'istituto tecnico in cui stanno per portare a termine la propria carriera scolastica. A preoccupare, oltre ovviamente alla possibilità che capiti come docente un commissario esterno, è senza dubbio la durata prevista per lo svolgimento della prova. Dal Classico, allo Scientifico, fino a Ragioneria e all'Alberghiero, il tempo concesso ai maturandi va da un minimo di 3 ore (e ciò vuol dire che, pur terminando prima di questo lasso temporale, non è permesso lasciare l'aula) fino ad un massimo di 6. Se pensate che già così somigli una tortura, allora non conoscete la sorte che spetta agli studenti di alcuni istituti tecnici e degli istituti d'arte.

SETTE ORE PER I GEOMETRI

- I futuri geometri, in seconda prova, potrebbero affrontare le tanto temuta Topografia o Tecnica delle costruzioni: ma in cosa consisterebbe la prova d'esame e come affrontarla? In entrambi i casi gli studenti sono chiamati a realizzare un progetto, avendo la possibilità di avvalersi dell'ausilio di manuali tecnici e calcolatrici non programmabili. Quanto tempo a disposizione? Dalle 3 alle 7 ore per preparare dei lavori planimetrici o progettare, come richiesto lo scorso anno, un piccolo museo didattico all'interno di un determinato contesto ambientale.

LICEI ARTISTICI E ISTITUTI D'ARTE

- Sicuramente, per realizzare un progetto di stampo artistico 6 ore non sarebbero sufficienti. Ed è per questo motivo che i maturandi dei licei artistici e degli istituti d'arte hanno a disposizione, per portare a termine il proprio lavoro, ben 3 giorni, ripartiti in 6 ore per ogni giorno. Inoltre, nei primi due giorni, non è consentito lasciare l'aula prima delle sei ore, a meno che la prova non sia conclusa. A seconda dell'indirizzo del proprio istituto d'arte la prova di progettazione, ovviamente, pone degli obiettivi differenti, ma per tutti i candidati l'iter da seguire è quello di realizzare i seguenti elaborati:

. schizzi preliminari
. progetto esecutivo con annotazioni, campionature e prototipi
. relazione illustrativa dell’intero iter progettuale

SKUOLA CONSIGLIA

- Il team di Skuola sa quanto voi ragazzi siate preoccupati dal dover affrontare un percorso così faticoso per portare a termine la seconda prova ed ha dei consigli da darvi per affrontare questo apparente calvario con la maggior calma e lucidità possibili.
Prima di tutto, non andate di corsa: approfittate di tutto il tempo che avete a disposizione senza spaventarvi se vi sembra che le lancette dell'orologio avanzino molto più velocemente del solito.
Utilizzate tutti gli strumenti che vi è concesso utilizzare e cercate di essere il più precisi possibile, leggendo attentamente i dati e tenendoli sempre sott'occhio per evitare di cadere in facili errori di distrazione. Ricordatevi sempre che quello che vi è richiesto non è impossibile: affrontate la prova d'esame come se fosse il solito compito in classe e vi sembrerà tutto più semplice.

E tu preferiresti avere più tempo a disposizione per la seconda prova?

Francesca Fortini

Commenti
Skuola | TV
La Skuola Tv sta per tornare

Dopo mesi di vacanza, siamo pronti per ritornare a farvi compagnia!

4 ottobre 2017 ore 16:30

Segui la diretta