Maturità: costa fino 500 euro a studente

Serena Rosticci
Di Serena Rosticci

da una ricerca di Skuola.net è emerso che per affrontare l'esame di Maturità verranno spesi mediamente 300 euro a studente

Tra libri, quaderni, gite e contributi, alla fine dell’anno scolastico si vanno ad aggiungere altre spese per chi deve sostenere l’esame di Maturità. Infatti, da una ricerca di Skuola.net è emerso che tra ripetizioni, acquisto di vocabolari, temari, app per studiare e contributi scolastici non dovuti, il conto può andare da poche decine di euro fino a un massimo stimabile in 500 euro. Un conto ancora più salato per i privatisti, che in alcune scuole statali italiane pagano cifre superiori ai 200 euro per il contributo scolastico.

TASCHE SVUOTATE DALLE RIPETIZIONI - La voce principale di costo è connessa con le ripetizioni private: stando ai dati, 1 maturando su 3 si affiderà a queste pur di migliorare la sua preparazione. Al costo medio di 33 euro (dato Codacons 2011), per quel 9% che ne prenderà oltre 6 ore, stiamo parlando di una spesa di almeno 200 euro. Tuttavia si può salire fino a 400 euro per quel 7% che si rivolgerà alle lezioni private per più di 12 ore. Sono casi disperati, ma che in fondo equivalgono a 2-3 pomeriggi di studio a settimana da qui alla Maturità. Ma a ricorrere alle ripetizioni non sono solo gli studenti che hanno un debito da recuperare, ovvero il 40% dei partecipanti alla ricerca: anche chi galleggia sopra la sufficienza, si sottoporrà alla pratica pur di essere pronto.

TEMARI E APP, NON SE NE FA A MENO
- Il 40% degli studenti batterà cassa dai genitori per finanziare l’acquisto di strumenti finalizzati a migliorare la preparazione: si va dai classici bignami e temari, fino alle app per smartphone, ma anche nuovi vocabolari. Infatti per la terza prova sono ammessi solo dizionari monolingue, di cui gli studenti sono in genere sprovvisti perché tipicamente non si usano durante le scuole secondarie. Il 27% dei maturandi ha confessato che destinerà a tal proposito fino a 30 euro, il 6% promette di non spenderne più di 60 mentre quasi altrettanti supereranno questa soglia.

CONTRIBUTO PER LA MATURITÀ - Dall’indagine è poi emerso un altro dato interessante: il contributo da versare direttamente nelle casse delle scuole, non previsto dalla normativa se non in forma volontaria. Circa un terzo degli studenti intervistati ha versato per questa casa fino a 30 euro, mentre 1 su 4 anche di più. Senza poi dimenticare lo scandalo del contributo volontario record che alcune scuole statali richiedono ai privatisti, denunciato già da Skuola.net lo scorso Aprile. Tra esami preliminari e Maturità al Niccolò Braucci di Caivano (NA) servono 280 euro, 250 invece al Natta come anche al Feltrinelli di Milano, sempre a Milano si chiedono 300 euro al Liceo Agnesi di cui 100 di cauzione (?), 250 al Vendramin Corner di Venezia, 160 al Piaget di Roma.

Tu quanto stai spendendo per il tuo esame di Maturità?

-

Commenti
Consigliato per te
Maturità 2018: date, orario e guida alle prove
Skuola | TV
Prima volta: tutte le difficoltà che si possono incontrare

Ospite in studio una psicosessuologa che ci parlerà delle difficoltà che ragazzi e ragazze possono incontrare durante la loro prima volta.

22 novembre 2017 ore 16:30

Segui la diretta