Nuova Maturità, alla scoperta della calcolatrice grafica: una marcia in più per prepararsi

Casio
In collaborazione con Casio

La maturità cambia. Ma, con lei, cambiano anche le competenze richieste agli studenti. Il Miur, con le ultime modifiche all’esame di Stato, ha dato un’impronta più pratica e multidisciplinare alle prove. Il ragionamento è destinato a prevalere su calcoli e formule imparate a memoria. Indispensabile, per i ragazzi, avere quindi in mano gli strumenti adatti per affrontare uno scritto che, nel caso dello scientifico, coniughi insieme le conoscenze acquisite in matematica e fisica. E’ in questo contesto che il ministero dell’Istruzione, dal 2017, ha permesso ai maturandi dei licei scientifici di utilizzare la calcolatrice grafica nella seconda prova scritta (purché non si connetta ad internet e sia priva di CAS). Dalla maturità 2018, ha allargato questa opportunità a tutti gli indirizzi. I primi esperimenti hanno dato buoni esiti. Ma c’è ancora molto lavoro da fare per diffondere una cultura dell’innovazione nel mondo scuola.

La calcolatrice grafica alla maturità

Secondo una ricerca svolta da Skuola.net, circa 1 maturando su 10 nell’ultima maturità ha effettivamente sfruttato le potenzialità della calcolatrice grafica. Tra l’altro con esiti eccellenti: i loro risultati, infatti, sono stati decisamente migliori – il 20% ha ottenuto 15, il punteggio massimo - rispetto a chi si è limitato a usare la calcolatrice scientifica (è arrivato a 15 punti solo il 15%). Numeri in lieve crescita rispetto all’esame 2017, primo anno di sperimentazione. Se proprio volessimo trovare un ‘anello debole’ nella catena che lega gli studenti alla calcolatrice grafica, questo è purtroppo rappresentato dagli insegnanti: solo 4 studenti su 10 hanno imparato a usarla a scuola, durante le lezioni.

CASIO a Didacta 2018: portiamo la calcolatrice in classe

Proprio ai professori sono quindi stati dedicati gli incontri organizzati da CASIO nell’ambito della seconda edizione italiana di Didacta, la fiera più importante a livello europeo sulla scuola e sull’apprendimento che si è svolta a Firenze Fiera dal 18 al 20 ottobre 2018. Gli appuntamenti con CASIO si sono articolati nelle tre giornate in diverse fasce orarie, mattutine e pomeridiane, per dare l’occasione a tutti gli interessati di intervenire. Durante i corsi, completamente gratuiti, ai partecipanti è stata consegnata una calcolatrice per sperimentare personalmente quanto spiegato dal formatore. Negli incontri, tenuti da colleghi che già usano questi strumenti in classe, sono state infatti mostrate le principali applicazioni della calcolatrice grafica FX-CG50 (ammessa agli esami di maturità), spiegate le sue potenzialità nella didattica e illustrate le iniziative di supporto CASIO.

Guarda il video per scoprire di più sugli appuntamenti CASIO a Didacta 2018


I progetti CASIO per docenti e studenti

Il progetto è arricchito dalla piattaforma www-casio-edu.it: un vero e proprio ecosistema in cui i professori possono trovare libri che spiegano il funzionamento delle calcolatrici, schede didattiche con le simulazioni delle prove d’esame (da scaricare per essere proposte ai ragazzi), video-tutorial (sempre a cura dei docenti CASIO) per scoprire le funzioni della calcolatrice grafica passo dopo passo. Non solo. CASIO, con il progetto Il Mondo dà i numeri, aiuta tutto l’anno docenti e scuole nell’approccio alla calcolatrice grafica nella didattica, grazie a laboratori e iniziative negli istituti. Una marcia in più per prepararsi al nuovo esame di maturità e per dare agli studenti competenze utili da utilizzare anche dopo la fine della scuola.