Riassunto XVI capitolo dei Promessi Sposi: Alessandro Manzoni


Dopo l'accaduto, Renzo ha paura e decide di lasciare Milano, per cercare un rifugio a Bergamo dal cugino Bartolo. Non conosceva la strada per arrivare alla città e non voleva chiedere informazioni per paura che qualcuno, con le sue domande, capisca che stia fuggendo. Ma, dopo aver capito di perdere tempo girovagando a vuoto, riuscì a chiedere cautamente dove si trovasse la porta per Bergamo, riuscendo inoltre ad attraversarla inosservato.
Proseguendo per la strada è sommerso da dubbi e paure, e decide di cambiare strada e cercare un'alternativa. Si ferma in una solitaria osteria dove, ingannando una vecchia, riesce ad ottenere delle informazioni su un paesino vicino Bergamo, chiamato Gorgonzola. Lì rimane per un po', mangiando e riprendendo le forze; alcuni uomini gli fanno delle domande sui fatti di Milano a cui lui non da risposta; a differenza di un mercante che racconta loro nei dettagli gli eventi accaduti: egli racconta dell'abbassamento del prezzo del grano, dei monsignori del duomo, ma la cosa che costringe Renzo ad andarsene è il fatto che questo mercante descrive un giovane ribelle, presentandolo come nemico dei signori, che in realtà è proprio Renzo. Così, quest'ultimo, dopo aver pagato, si incammina impaurito nelle mani della Provvidenza.
Hai bisogno di aiuto in Riassunti Promessi Sposi?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email