In questo capitolo prosegue la storia della monaca Gertrude. Alla richiesta di perdono, il principe risponde con severità e la figlia, terrorizzata, accetta di diventare monaca e viene riempita di affetto e congratulazioni. Il padre comunica la decisione e programma per l’indomani la visita al convento di Monza per fare la richiesta alla badessa; in seguito si reca dal vicario delle monache per fissare un giorno per l’esame. Gertrude inoltre affronta senza sosta i parenti che si complimentano per aver scelto la vita monastica e non ha un momento libero per riflettere e progettare scuse per rinunciare. L’indomani Gertrude parte per Monza e durante il viaggio il padre la istruisce su come affrontare la vita monastica. All’arrivo a Monza Gertrude si rivolge alla badessa per essere ammessa al monastero e durante il giorno vengono sistemati tutti i preparativi tra cui la scelta della propria madrina. Il giorno dopo il principe prepara la figlia alla visita del vicario e durante il colloquio Gertrude si accorge di non avere possibilità di sfuggire alla vita monastica e così decide di accettare il volere del principe. Il periodo che precede l’ingresso in convento è denso di dolori e di fluttuazioni. Nel chiostro Gertrude non riesce ad accettare le condizioni della vita monastica, continuando a ripensare alle passioni terrene. Così incontra un signorotto senza scrupoli, Egidio, di cui si innamora, ma una conversa scopre la loro relazione e minaccia di rivelarla ma la donna viene uccisa da Gertrude e sepolta nel giardino del convento. La narrazione torna infine al colloquio della monaca con Lucia, che rimane stupita del suo comportamento strano. Dopo che Lucia rivela il colloquio a sua madre, ella risponde che ogni persona possiede della pazzia. Le due donne trovano rifugio nel convento ma don Rodrigo è ansioso di avere loro notizie.

Hai bisogno di aiuto in Riassunti Promessi Sposi?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email