Ominide 8727 punti

Uno, nessuno e centomila di Luigi Pirandello


Il romanzo è del 1926. Vitangelo Moscarda, il protagonista, che la moglie chiama con il nomignolo di Gengé, scopre che il suo naso è leggermente piegato verso destra: glielo comunica un giorno, casualmente, la moglie. Lui era sempre stato convinto di avere un naso regolare e diritto… Ma non basta: ha le sopracciglia ad accento circonflesso, le orecchie attaccate male, delle imperfezioni al dito mignolo e alla gamba destra. Non se n’era mai accorto. Si rende dunque conto, con meraviglia e stizza, che sua moglie lo vede in modo diverso da come lui è abituato a vedersi. Anche il soprannome gli suona ora dichiaratamente beffardo.
La vicenda potrebbe finire qui, con un momento di irritazioni e una piccola ferita nell’amor proprio da dimenticare in fretta. Invece inizia una serie di scoperte che porterà lontano. Moscarda si accorge infatti che anche gli altri suoi concittadini lo vedono ciascuno a suo modo: per ognuno di quelli che lo conoscono egli è una persona diversa. Credeva di essere “uno” e si accorge di essere “centomila”, dunque come dire “nessuno”. Vitangelo Moscarda si incammina così sulla strada della follia. Vuole distruggere l’idea che gli altri hanno di lui, sconvolgendo la propria vita: dilapida il suo patrimonio per liberarsi della fama di usurario, si fa abbandonare dalla moglie, viene considerato pazzo, è gravemente ferito da una donna con un colpo di rivoltella. Infine va a vivere lontano dalla città, nell’ospizio per poveri da lui stesso fondato in penitenza dei suoi peccati. Almeno è riuscito a tranquillizzarsi: non è proprio più “nessuno” e può vivere senza ricordi, rinascendo ogni attimo.
Pirandello nato a Girgenti (antico nome di Agrigento) da una famiglia benestante, studiò a Palermo e a Roma e si perfezionò in filologia in Germania, a Bonn. Fu un autore prolifico. Scrisse articoli, saggi, numerosissime novelle, romanzi e opere teatrali.
Hai bisogno di aiuto in Recensioni libri?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Come fare una tesina: esempio di tesina di Maturità