simohpe di simohpe
Ominide 849 punti

Lo sfondo storico del romanzo, del 1819, è costituito da conflitti tra i normanni e la popolazione sassone. Riccardo Cuor di Leone, rientrato in Inghilterra scopre che il fratello, il principe Giovanni, ha usurpato il trono e per recuperarlo si avvale dell'aiuto dei sassoni, avviando cosi la fusione dei due popoli che darà vita alla nazione inglese. Ivanhoe, cavaliere sassone, divenne il simbolo di questa fusione. La vicenda inizia con il grande torneo di Ashby dove un cavaliere misterioso, il Diseredato, risulta vincitore grazie all'aiuto del Cavaliere Nero. Il Diseredato rivela la sua identità: è Ivanhoe; ferito viene curato da una fanciulla ebrea, Rebecca, che si innamora di lui. Un normanno, Front de Boeuf, fa prigioniera Rebecca e si rifugia in un castello dove il Gran Maestro accusa la fanciulla di stregoneria. Rebbeca ottiene che un campione si batte per provare la sua innocenza, Ivanhoe si presenta come campione. Nello scontro Front de Boeuf muore. Il Cavaliere Nero rivela la sua identità: è re Riccardo; che ottiene anche la sottomissione dei sassoni. Ivanhoe mescola personaggi storici e personaggi inventati, che consentono all'autore di ricostruire il costume sociale del tempo, vi sono anche molte figure minori a cui è affidata la componente comica. Ricorrono nel romanzo i luoghi caratteristici del Medioevo come il bosco ed il castello; compaiono anche situazioni tipiche come il torneo. Alle vicende avventurose si intreccia il motivo sentimentale infatti l'eroe è diviso tra la bionda Rowena e la moro Rebecca.

Hai bisogno di aiuto in Recensioni libri?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email