Video appunto: Ivanhoe - Walter Scott (9)

Ivanhoe


La narrazione inizia con i personaggi Wamba e Gurth, i quali vengono fermati dal priore Aymer e dal cavaliere Templare Brian de Bois-Guilbert che cercano la dimora di Cedric. Trascorrono lì la notte, dove incontrano l’ebreo Isaac e la bella Lady Rowena.
I due giorni seguenti si tiene il torneo di Ashby-de-la-Zouch.
La prima giornata ottiene la vittoria il Cavaliere Diseredato che batte il Templare. La seconda giornata viene vinta sempre dal Cavaliere Diseredato, che si rivela essere Sir Wilfred di Ivanhoe, il quale viene aiutato da uno sconosciuto: il Cavaliere Nero. Lo stesso giorno si tiene la gara tra gli arcieri, dalla quale esce vincitore Locksley.
Al ritorno dal torneo, Ivanhoe, l’ebrea Rebecca, Isaac, Cedric, Wamba e Gurth vengono assaliti dal templare Brian de Bois-Guilbert e dal cavalier de Bracy travestiti da banditi. La compagnia di Ivanhoe viene catturata e imprigionata nel castello del barone Reginald Front de Boeuf, rivale di Wilfred d'Ivanhoe.
Locksley, il Cavaliere Nero e Friar Tuck (prete eremita presso cui il Cavaliere Nero ha trovato riparo durante la notte) liberano i compagni, assediando il castello e dandogli fuoco. In questo scontro muore Reginald Front de Boeuf, viene catturato De Brancy e sono liberati tutti tranne Rebecca che è a sua volta catturata dal Templare.
Locksley divide il bottino ottenuto dall’assedio tra i suoi uomini e il Cavaliere Nero si rivela essere il re Riccardo Cuor di Leone e anche l'arciere Locksley svela la sua vera identità: il fuorilegge Robin Hood.
Il re convinto del pentimento di de Brancy gli rende la libertà; questi però, appena tornato al palazzo del principe Giovanni, gli rivela che il re si trova in Inghilterra. Il principe non esita a ordinare un'imboscata, affidandone l'esecuzione a Waldemar Fitzurse. Fortunatamente, il re, che viaggia in compagnia di Wamba, viene salvato dagli uomini di Robin Hood.
Nel frattempo Rebecca viene portata dal Templare a Templestowe dove il Gran Maestro la condanna al rogo, accusandola di stregoneria per le sue abilità nelle cure mediche. Rebecca può salvarsi solo se un cavaliere si presenta per sconfiggere in lizza Bois-Guilbert. Ivanhoe, data la gentilezza dimostratagli da Rebecca curandolo dalle ferite che si era procurato durante il torneo, si presenta a Templestowe e sconfigge il Templare salvando la bella ebrea da un'atroce morte. Wilfred d'Ivanhoe torna poi nel palazzo di suo padre Cedric che lo aveva ripudiato a causa dell'amore che provava per la sua pupilla Rowena. La bella sassone riesce a convincere Cedric a dare la sua benedizione per la loro unione e al felice matrimonio assiste persino re Riccardo.