Tutor 33161 punti

I fratelli Karamazov di Dostoevskij


I fratelli Karamazov di Dostoevskij

I fratelli Karamazov è un romanzo di Fëdor Michajlovič Dostoevskij pubblicato nel 1879 su "Il Messaggero russo". Questo testo è l'ultimo scritto dell'autore ed è considerato uno dei capolavori della letteratura russa.

Trama


Il romanzo I fratelli Karamazov descrive le vicende dei quattro fratelli Karamazov e in particolare il loro rapporto con il padre, uomo dissoluto e dal cattivo carattere. Il romanzo si apre con la descrizione di quest'ultimo, Fedor Pavlovic, uomo volgare che sposò Adelaide Ivanovna Mjusova, donna che abbandonò il tetto coniugale, lasciando il marito e il piccolo figlio Dmitrij, è in seconde nozze Sofia Ivanovna da cui ha due figli: Ivàn e Alekseij. La donna muore in giovane età, dopo una malattia legati ai dispiaceri datagli dal rude marito.
Vengono poi descritti Ivàn, uomo intelligente e sicurò di sé e il fratello Alekseij, uomo fedele e leale e infine il fratello maggiore Dmitrij che detesta il padre. L'uomo conosce una donna nell'esercito, Katerina Ivanovna, che ha bisogno di un prestito per potere aiutare suo padre; egli pensa di ingannarla, ma dopo averla invitata a casa, le consegna una somma di denaro, lasciandola andare. La donna però confessa il suo amore all'uomo e i due si fidanzano. La relazione tra i due però dura poco, perché Dmitrij si invaghisce di Grusenka, contesa anche da suo padre che la vorrebbe sposare.
Nel frattempo Katerina Ivanovna si infatua di Ivàn che la ricambia.
Successivamente vengono narrate le vicende di Alekseij, il quale viene a conoscenza di un fatto umiliante subìto da giovane Iljusa da parte di Dmitrij e vorrebbe che quindi il fratello chieda scusa al giovane. Alekseij inoltre conosce anche la giovane Lisa che si innamora di lui.
La parte centrale è la più importante del romanzo I fratelli Karamazov: si raccontano le conversazioni teologiche tra Ivàn e Alekseij: il primo non riesce a comprendere il perché Dio permetta delle sofferenze ai danni dei bambini. Inoltre i due giovani affronteranno temi come per esempio l'esistenza di Dio. Successivamente viene raccontata anche la vita passata dello starec Zosima, figura spirituale molto importante per Alekseij.
La narrazione prosegue con la descrizione delle vicende di Dmitrij, il quale vorrebbe scappare via con Grusenka, donna che il padre Fedor vorrebbe sposare. In un momento di disperazione e di non lucidità, Dmitrij si reca presso l'abitazione del padre armato di pestello, con l'obiettivo di ucciderlo, qualora lo avesse scoperto in compagnia della donna amata. Dopo averlo visto però solo, in preda a un raptus colpisce con il pestello il servitore Grigorij. In seguito scopre che Grusenka è scappata con un altro uomo, per cui pensa che l'unica soluzione al suo dramma interiore sia uccidersi.
In un secondo momento però Dmitrij scopre chel'uomo con cui ella è partita la vuole solo raggirare. Egli avverte la donna e trascorre la notte con lei, abbandonando gli intenti suicidi.
Nel corso della notte però fa irruzione nella loro stanza la polizia che accusa l'uomo dell'omicidio del padre. Da questo momento il romanzo I fratelli Karamazov si incentra sul processo a carico di Dmitrij e sull'introspezione psicologica dei personaggi, come per esempio Ivàn che si sente il responsabile morale dell'omicidio e ha anche delle allucinazioni. Nonostante Smerdjakov, figlio illegittimo di Fedor Pavlovic, confessi a Ivàn di essere lui l'autore materiale dell'omicidio poiché aveva subìto delle umiliazioni da parte del padre, Ivàn continua ad essere perplesso circa lo svolgimento degli eventi. Il processo si conclude con la condanna di Dmitrij ai lavori forzati, in quanto ritenuto il responsabile dell'assassinio del padre.
La parte finale del romanzo descrive i piani attuati da Ivàn per cercare di impedire il trasferimento del fratello in Siberia. Grusenka inoltre, essendo ora innamorata di Dmitrij, è disposta a seguirlo ovunque. Il capitolo conclusivo si incentra invece sui funerali del giovane Ilijusa.

Protagonisti principali


Dmitrij: E' uno dei personaggi più umani del romanzo I fratelli Karamazov, egli viene abbandonato dalla madre in tenera età e viene affidato a diversi tutori nel corso della sua giovinezza. L'uomo conosce il padre una volta diventato maggiorenne, per risolvere una controversia.
Come tutti gli esseri umani commette degli errori, come il tradimento ai danni di Katerina Ivanovna, il ferimento di Grigorij, etc... E' anche un uomo passionale che perde la testa per Grusenka.
Ivàn: Figlio di Fedor Pavlovic e della seconda moglie di questi, viene affidato insieme al fratello Alekseij a vari tutori. E', tra i fratelli Karamazov, quello che si pone più domande dal punto di vista filosofico e morale. E' una persona dotata di grande arguzia sul piano intellettuale, come testimoniano anche i suoi scritti e le conversazioni tenute con il fratello Alekseij su temi di natura teologica. Egli discorre su temi come l'esistenza di Dio.
Alekseij: Tra i fratelli Karamazov, egli è quello più leale, spirituale. Alekseij è una persona buona, genuina, portatore di verità. E' un personaggio che si butta a capofitto nella fede, diventando monaco.
Smerdjakov: Nato dalla relazione extraconiugale tra Fedor Pavlovic e Elizaveta Smerdjoskaja, ha sempre ricoperto la mansione del servo presso l'abitazione del padre. Riesce a scagionarsi dell'accusa dell'omicidio del padre, affermando di soffrire di epilessia.
Fedor Pavlovic: E' il capostipite della famiglia Karamazov, è un uomo dissoluto, crudele, indegno e non in grado di avere alcun tipo di buon rapporto con i figli.

Temi


I temi de I Fratelli Karamazov sono: Famiglia, religione, passionalità, lealtà, fedeltà.
Hai bisogno di aiuto in Recensioni libri?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email