Ominide 8018 punti

Movimento culturale della Generazione del '98


La "Generazione del '98" è nata in Spagna negli stessi anni del Modernismo, un movimento critico e riformista della società. Ciò deriva dagli eventi storici del periodo, quando la Spagna perse le ultime colonie del suo Impero (Cuba, Porto Rico e Filippine), e tutti questi eventi avevano mostrato la decadenza politica, sociale ed economica della Spagna stessa, accentuando così i problemi interni.

Gli scrittori della "Generazione del '98" hanno cercato di protestare contro i problemi della Spagna facendo di questo il tema principale di molte delle loro opere e hanno cercato di riformare la vita.
Ciò che questi autori hanno in comune è: il "Disastro del '98", quando la Spagna perse le sue colonie; una formazione autodidatta; le preoccupazioni sul destino dell'uomo; il tema dominante della Spagna e un nuovo linguaggio basato sulle idee del protagonista e libero di essere diverso dalla realtà.

Tutti i poeti della "Generazione" hanno ritenuto interessante scoprire il cuore, inteso come anima, della Spagna per rivoluzionarla e lo hanno cercato in 3 modi diversi: il paesaggio castigliano, la sua storia e la sua letteratura, con attenzione agli scrittori medievali e a Góngora.
I poeti degli anni Novanta erano contrari al linguaggio difficile e quindi favorevoli al linguaggio tradizionale, che mostrava il passato che volevano conservare. Altri punti sono il soggettivismo e la scrittura come testo.
Gli autori di questo gruppo letterario utilizzano sia il romanzo tecnico, cioè raccontano le passioni umane o gli amori scollegati dall'ambiente, sia la poesia, di cui spicca Antonio Machado.
Hai bisogno di aiuto in Letteratura Spagnola?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
×
Registrati via email