Video appunto: Seneca, Lucio Anneo - Vita ed opere (3)

Seneca


Seneca nacque in Spagna nel 4 a.C. ma fu condotto a Roma molto presto per la sua istruzione. Fu impegnato in molti campi, fu un filosofo, un politico, un senatore e un questore. Divenne consigliere di Nerone ma poi abbandonò la vita pubblica per dedicarsi ad una vita contemplativa e riflessiva.
Morì a Roma il 12 aprile 65 a.C., condannato a morte dall'imperatore Nerone.
Egli seguiva la filosofia stoica e la influenzò nelle epoche successive → vivere in maniera virtuosa
per un cittadino romano significava rispettare gli dei ed essere un buon cittadino; invece per gli Stoici significava dedicarsi a qualcosa di proficuo.
La virtù → in Seneca si può vedere in due fasi della vita:
separazione dalla vita pubblica;
nella sua morte (il suicidio di Seneca Tacito negli Annales → affronta le sue ultime ore con coraggio e tranquillità)
le principale contraddizioni con lo Stoicismo riguardano:
era ricco e viveva nel lusso ( si difendeva dicendo che le ricchezze se sono utilizzate in maniera corretta sono positive)
era consigliere di Nerone (era coinvolto negli affari di Nerone )

Principali opere


i Dialoghi (in tutto 10);
i Dialoghi Trattati (in tutto 7);
i trattati
le epistulae ad Lucilium (genere letterario: lettera filosofica);
le tragedie → la più famosa Medea (in tutto 10).
l'Apokolokyntosis;
gli epigrammi.
Ci sono poi anche delle opere che con il tempo sono andate perse.