Le Metamorfosi di Apuleio

È l’unico romanzo latino giunto nella sua interessa. È composto da due libri.
Il protagonista è un ragazzo, Lucio, caratterizzato dalla curiositas, tema principale della storia. All’inizio arriva in Tessaglia, una regione della Grecia, terra dei maghi. È ospitato da Milone, la cui moglie compie riti magici. Quando Lucio lo sa vuole assistere ad un rito riguardante la trasformazione della donna in gufo e convince la servetta ad accontentare la sua richiesta. La servetta su sbaglia e gli da un altro unguento che lo trasforma in un asino, ma che gli fa mantenere le capacità intellettive umane, tra cui quella di parlare. Da questo momento vive una serie di peripezie, passando tra vari padroni. Nell’ultimo libro gli ultimi padroni si accorgono che ha capacità particolari. Lui fugge a Corinto, la notte si addormenta su una spiaggia deserta. Quando si sveglia assiste ad un rituale in onore di Iside e mangia la ghirlanda di rose portata da un sacerdote così torna ad essere uomo. Si conclude con l’iniziazione di Lucio per la dea Lucida e diviene avvocato. Il romanzo di Apuleio mischia generi diversi: epica, satira menippea, fabula milesia (brevi racconti di argomento erotico), introdotti come racconti nel racconto. Quest’opera non è solo di svago, ma serve anche da exmplum, da insegnamento per il pubblico. Infatti la curiosità è punita e deve utilizzare le capacità umane per divenire di nuovo uomo. Vi è inserita la favola di Amore e Psiche, che ha un valore simbolico. Psiche rappresenta l’anima dell’uomo, che inizialmente è legata al deus e poi, dopo una serie di prove di iniziazione, si riconcilia con il deus. Ha un valore simbolico perché ripropone la stessa trama del romanzo brevemente. L’aspetto magico, simbolico riguarda anche il protagonista perché ha un valore morale, infatti Lucio alla fine diventa seguace della dea Iside.

Hai bisogno di aiuto in L'età imperiale?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email