Le courant réaliste

••• Il Realismo nasce in reazione al Romanticismo perché si sente l’esigenza di rappresentare il mondo per com’è davvero. Balzac è il padre del Realismo. Si scopre un determinismo storico (concezione secondo cui ogni evento è dato dalla conseguenza di un evento precedente). Si prende coscienza della storia. Si afferma anche una filosofia positiva (con Auguste Comte) che rinuncia alla metafisica e sottolinea l’importanza dell’osservazione, dell’esperienza e della ricerca scientifica.
•• Le caratteristiche principali
La mimesi: come dice Stendhal, il romanzo deve essere uno specchio (miroir). Il Realismo si fonda sull’osservazione e sulla riproduzione fedele del reale, soprattutto ci si concentra sull’uomo e sull’ambiente in cui vive.
Il rifiuto della soggettività, la ricerca dell’oggettività: anche i Romantici volevano rappresentare la vita in tutti i suoi aspetti, ma l’oggettività non era una delle modalità. Nel Realismo la storia è vista e raccontata con oggettività, per come appare davvero.

La documentazione: per scrivere le loro opere gli autori vogliono partire da dei documenti che siano i più attendibili e veri possibile. Si fanno delle ricerche sulla storia, sulla geografia, sull’economia, sulla condizione sociale e politica etc.
La description: molto amata è la descrizione per la scrittura delle opere. La corrente realista è legata a una mentalità scientifica che andrà poi a sfociare nel Naturalismo che fonde tutti i caratteri del Realismo nella letteratura con la necessità e la visione scientifica.

Hai bisogno di aiuto in Letteratura Francese?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email