•••• Le opere: Le cycle de l’absurde
••• Le Mythe de Sisyphe (1942)
•• Quando abbiamo preso coscienza dell’assurdo, come fare per accettare la vita? È proprio la coscienza dei nostri limiti a permetterci di affrontare la vita. Il mito di Sisyphe vuole che questo sia condannato a girare senza sosta per l’eternità ai piedi di una grande montagna, senza senso. È l’eroe assurdo per eccellenza, immagine dell’uomo condannato a una vita ripetitiva e inutile ed è un eroe perché è cosciente della vantò dei suoi sforzi e si rivolta interiormente. È il manifesto dell’umanesimo ateo, che esorcizza la tentazione del suicidio e della disperazione.
••• L’Étranger (1942)
•• Meursault vive due eventi senza senso: il primo è aver ucciso una persona senza alcun senso. Prima di questo c’è stata la morte della madre, l’incontro con Marie, il rapporto con gli altri, il lavoro, la spiaggia la domenica… Il secondo è la prigionia, il processo per motivi assurdi (il non aver pianto al funerale della madre) e la condanna a morte. Lui assiste al suo processo e a tutti gli eventi della sua vita senza prenderne parte, come se la sua esistenza non avesse alla base la sua volontà. È estraneo a se stesso e al mondo, e qui c’è l’assurdità.

••• Caligula (1944)
•• L’imperatore romano dopo la morte di sua sorella e amante (Drusilla) scopre l’assurdità della vita. E allora come reazione tenta di distruggere tutto.

••• Verso la rivolta
•• La presa di coscienza dell’assurdo porta l’uomo alla rivolta. Camus teorizza questo in L’Homme révolté (1951). La rivolta per lui è un atteggiamento di rifiuto essenzialmente individuale. In questo senso la sua rivolta non si collega affatto alla rivoluzione politica, che giudica pericolosa per la libertà individuale, perché la rivoluzione tende al totalitarismo. È per questo che prende le distanze dal Comunismo. Da questo momento si stacca da Sartre. Camus ha anche scritto delle conseguenze dell’impegno politico in La Peste (1947) e in Les Justes (pièce teatrale del 1949). Sembra quindi preferire l’uomo alla politica e preferisce una morale umanista atea.

Hai bisogno di aiuto in Letteratura Francese?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email