Ominide 2487 punti

L'indicativo e i suoi tempi

Parto subito.
Sono partito alle tre.
Partirò di sicuro alle due. → l'indicativo è il modo della certezza
Il modo indicativo presenta un'azione, un fatto, un modo di essere come certo, reale.
L'indicativo ha otto tempi, quattro semplici e quattro composti e si trova normalmente impiegato nelle frasi indipendenti e anche in quelle dipendenti.
L'indicativo presente
Io amo
Io sono
Io ho

Il tempo presente è un tempo semplice e si usa per esprimere un'azione o uno stato che si verifica o esiste nel momento in cui se ne parla.
Il presente esprime anche:
- un'azione o un fatto che si verifica abitualmente
- un dato di fatto sempre valido, come le definizioni, i proverbi (presente temporale)
- un'azione passata presentata come attuale per rendere vivace l'esposizioni (presente storico)

L'indicativo imperfetto

Io amavo
io ero
Io avevo

Il tempo imperfetto è un tempo semplice ed esprime un'azione avvenuta nel passato che continua nel tempo.
L'imperfetto si usa:
- nelle descrizioni al passato (imperfetto descrittivo)
- nelle narrazioni come le cronache giornaliste (imperfetto narrativo)

L'imperativo passato prossimo
Io ho amato
Io sono stato
Io ho avuto

Il passato prossimo è un tempo composto ed esprime un'azione avventurata in un passato recente o in un periodo di tempo non del tutto concluso e i suoi effetti durano ancora nel presente.
L'indicativo trapassato prossimo

Io amai
Io fui
Io ebbi

Il trapassato prossimo è un tempo composto che indica un'azione o un evento avvenuti prima di altri espressi da un passato prossimo, da un imperfetto o da un passato remoto.
L'indicativo trapassato remoto
io ebbi amato
io fui stato
io ebbi avuto

Il trapassato remoto è un tempo composto che indica un'azione i un evento conclusi nel passato, anteriori ad altri espressi con il passato remoti.
L'indicativo futuro semplice
Io amerò
Io sarò
Io avrò

Il futuro semplice è un tempo semplice ed esprime un'azione futura, che avverrà in un momento successivo a quello in cui si parla.
Il futuro semplice si usa:
- Per esprimere una supposizione approssimativa
- nelle esclamazioni che esprimono un dubbio
- per esprimere una concessione

L'indicativo futuro anteriore
Io avrò amato
Io sarò stato
Io avrà avuto

Il futuro anteriore, tempo composto, è un tempo b relativo.

Hai bisogno di aiuto in Grammatica per le medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email