Ominide 1581 punti

Software di base e Software applicativi

Software di base

I Software di base sono tutti quei programmi essenziali per l'elaboratore e senza di essi quest'ultimo non può funzionare. Essi sono già installati e l'utente non ha bisogno di modificarli per usare la macchina.

Questi software hanno una particolare importanza per il sistema operativo (l'insieme di tutti i programmi che permettono all'utente di comunicare con la parte hardware). Alcuni sistemi operativi sono Windows, Mac OS, Linux, Unix.

Per interagire con la macchina adesso si usa l'interfaccia grafica (la GUI), mentre prima si utilizzava la linea di comando. Come dice il nome, per creare file, spostarli, copiarli eccetera, bisognava inserire dei comandi specifici che la macchina era in grado di tradurre ed eseguire. Adesso, invece, come già detto prima, si utilizza l'interfaccia grafica. L'interfaccia grafica è composta principalmente dalla scrivania (desktop), dalle icone, dal puntatore, dalle cartelle, dalle opzioni che appaiono quando cicchiamo (per esempio) con il tasto destro su qualcosa, dalle finestre. Tutto ciò che è grafico.

I software di base sono il framework, il programma che permette l'accensione della macchina, eccetera.

Software applicativo

Come dice la parola, sono programmi che vengono applicati alla macchina. Essi sono scritti dagli utenti e vengono distribuiti attraverso la rete o attraverso CD. Un esempio è Word, un programma che permette all'utente di scrivere documenti. Oppure tutti i programmi Adobe, Movie Maker, gli antivirus eccetera. Questi programmi non sono essenziali per la macchina però migliorano il modo di lavorare con essa.


Dunque, concludendo, i software di base sono quelli essenziali alla macchina mentre quelli applicativi non sono essenziali ma migliorano il modo di lavorare con essa.

Hai bisogno di aiuto in Informatica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Maturità 2018: date, orario e guida alle prove