Ominide 62 punti

L’assemblaggio di un computer è il principale lavoro di un tecnico. Lavorare pero con dei componenti richiede al tecnico logica e metodo, in quando deve essere in grado di capire quando un componente deve essere aggiornato e quando sostituito. Durante l’assemblaggio del computer è importantissima la scelta dei componenti giusti, sia in base alla nostre esigenze sia in base alla compatibilità tra i componenti stessi. La prima cosa prima di assemblare un computer è quella di assicurarsi di avere il giusto ambiente di lavoro. Ovvero l’ambiente deve essere sufficientemente illuminato, deve avere una buona ventilazione e una temperatura confortevole, il banco da lavoro dovrebbe essere accessibile da ogni lato, il banco deve essere dotato di una tappetino antistatico per aiutare a prevenire danni ai componenti dovuta alle scariche elettrostatiche. Dopo aver scelto i compenti adatti si passa all’assemblaggio.
Si comincia con l’apertura del case, a seconda del tipo di case esistono diversi modi per aprirlo:

• Si rimuove la scocca del case come un unico pezzo.
• Si rimuove i pannelli laterali e superiori del case.
• Si rimuove prima la parte superiore del case e poi i pannelli laterali.
• Si tira una leva che rilascia il pannello laterale, che una volta fatto scivolare apre il case.
Il secondo passo da fare è quello di installare all’interno del case l’alimentatore. Esso naturalmente dovrà essere scelto con cura dal tecnico in quando dovrà avere una potenza necessaria a riuscire ad alimentare tutti i componenti. Il montaggio dell’alimentatore all’interno del case è la parte più semplice, perché può essere montato in un solo verso e necessita soltanto di 4 viti per essere fissato. Quindi per montare correttamente un alimentare bisogna:
• Inserire l’alimentatore nel case
• Allineare i fori dell’alimentatore con quelli del case
• Fissare l’alimentatore al case con le apposite viti.
Dopo aver montato l’alimentatore bisogna passare a inserire la scheda madre nel case. Prima di fare questa operazione però è necessario inserire la CPU nell’apposito alloggiamento della scheda madre. Naturalmente data la grande sensibilità alle scariche elettrostatiche della CPU e della scheda madre è necessario avere il tappetino antistatico e il braccialetto. Per inserire la CPU nel socket della scheda madre dobbiamo assicurarci di aver allineato correttamente i Pin della CPU con il socket. In seguito si passa a bloccarla attraverso l’apposito sistema di bloccaggio, per far ciò basta chiudere la leva di carico spostandola sotto la linguetta di ritenzione. Il passo successivo è quello di andare a inserire la pasta termica sopra la CPU. Essa ha la funzione di favorire l’uscita del calore dalla CPU. Infine bisogna montare il gruppo dissipatore. Quindi si vanno ad allineare i fermi del gruppo con i fori della scheda madre, poi si va a posizionare il gruppo sul socket e infine si fissano i fermi per bloccare il dissipatore. Per concludere si va a collegare il connettore del dissipatore al relativo connettore situato sulla scheda madre. Dopo aver eseguito queste operazioni si passa a montare un altro componente importante di un computer, ovvero la RAM. Naturalmente prima di acquistare una scheda RAM qualsiasi bisogna assicurarsi che sia compatibile con la scheda madre scelta (esistono le DDR1, DDR2, DDR3 e infine le più recenti DDR4). La memoria RAM è molto importante per un computer perché permette una memorizzazione rapida e temporanea dei dati utilizzati dalla CPU. È una memoria volatile per cui il suo contenuto viene perso nel momento in cui si toglie l’alimentazione. Quindi per procedere all’installazione di una memoria RAM bisogna assicurarsi prima di tutto di aver allineato le tacche sul modulo con il tentino di alloggiamento della scheda madre. Dopo aver fatto questa operazione dobbiamo cominciare spingere la scheda fin quando le due linguette laterali non si sono chiuse. Ora si può procedere con l’installazione della scheda madre nel case. Per far ciò dobbiamo prima inserire i distanziatori di metallo e di plastica nel case in base ai fori della scheda madre. Essi hanno la funzione di pervenire il contatto della scheda madre con parti metalliche. Fatto ciò si passa a installare la piastra I/O nella parte posteriore del case (essa viene fornita con la scheda madre, perché non sono tutte uguali) infine si può passare a inserire le viti. Una volta montata la scheda madre per poter funzionare ha bisogno di alimentazione elettrica. I tipi di connettore che troviamo sulla scheda madre sono: ATX dotato di 20 o 24 pin. In alcuni casi l’alimentatore può avere un connettore ausiliario da 4 pin, 6 pin, 8 pin. Quindi prendiamo il connettore ATX da 20 pin e andiamo a collegarlo al corrispondente sulla scheda madre, andiamo a fare lo stesso procedimento anche per il connettore ausiliario da 4 pin. Il passo successivo è andare a montare l’hard disk nell’apposito alloggio. Quindi posizionare l’hard disk nell’alloggio controllare che i fori siano allineati con quelli dell’hard disk e infine inserire le viti e collegare un estremo del cavo SATA (da 15 pin) all’hard disk e l’altro estremo allo slot SATA della scheda madre. Gli hard disk più vecchi non utilizzano un cavo SATA da 15 pin ma bensì un cavo PATA da 40 pin. Stesso procedimento vale per il drive ottico (lettore cd/dvd). Le schede di espansione servono per aumentare le funzionalità di un computer, naturalmente anch’esse per essere installate devono essere compatibili con la scheda madre. Supponiamo di voler installare una scheda di rete differente da quella già presente nella scheda madre. Per far ciò bisogna utilizzare uno slot di espansione PCI e PCIe della scheda madre. Quindi procediamo allineando i contatti della scheda di rete (NIC) all’apposito slot della scheda madre, una volata allineati i contatti effettuiamo una delicata pressione sulla scheda fino al suo completo inserimento. Infine passiamo a fissare la staffa di montaggio della NIC al case con le apposite viti. Questo procedimento è identico anche per il montaggio di una scheda di rete wireless. Alcune schede madri di ultima generazione hanno una scheda grafica già integrata però naturalmente non offre grandi prestazioni. Quindi se per necessità decidiamo d’installarne una più potente dobbiamo procedere come descritto in seguito. Prima di tutto bisogna verificare che il tipo di connettore della scheda video che vogliamo comprare sia compatibile con quello presente sulla scheda madre, di connettori ne esistono 3 tipi: AGP, PCI e PCIe. Una volta verificato questo possiamo procedere all’acquisto e in seguito al montaggio. Quindi per installare una scheda video bisogna prima di tutto allineare i piedini della scheda con quelli dello slot della scheda madre, poi si passa a applicare una pressione delicata fin quando non si sarà completamente inserita. Infine si fissa la staffa della scheda video al case con le apposite viti.

Hai bisogno di aiuto in Informatica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email