Questo appunto contiene un allegato
Seconda declinazione (2) scaricato 6 volte

La seconda declinazione

Comprende molti maschili e neutri, pochi femminili.
I nomi della seconda si dividono in tre gruppi:
-1° gruppo> nomi in –us;
-2° gruppo> nomi in –er (che mantengono la “e” o che la perdono);
-3° gruppo> nomi in –um.

1° gruppo
Ha il nominativo singolare in –us; vi appartengono perlopiù maschili ma vi sono anche pochi femminili che si declinano nella stessa maniera.

SINGOLARE PLURALE
NOMINATIVO Cerv-us Cerv-i
GENITIVO Cerv-i Cerv-orum
DATIVO Cerv-o Cerv-is
ACCUSATIVO Cerv-um Cerv-os
VOCATIVO Cerv-e Cerv-i
ABLATIVO Cerv-o Cerv-is

N.B. (1)
I nomi della seconda declinazione sono perlopiù maschili, i pochi femminili sono:
-nomi di piante;
-nomi di città o isole;
-nomi derivanti dal greco;
-il sostantivo “alvus” (ventre);

-nomi di regioni.

Particolarità (terminazioni)
• vocativo singolare in -i: i due nomi “filius” e “genius” hanno il vocativo singolare in -i invece che in –ie;

• genitivo singolare in –i: accanto alla terminazione in –ii i nomi in –ius e in –ium presentano l’uscita in –i:

• genitivo plurale in –um: la terminazione in –um c’è per alcuni gruppi di nomi: -termini commerciali; -formule ufficiali; -nomi di origine greca.

Particolarità (numero)
• pluralia tantum: fasti, orum (i giorni fasti)
inferi,orum (gli dei inferi)
liberi,orum (i figli)
posteri,orum (i posteri))
superi,orum (gli dei superi)
Argi,orum (Argo)
Arma,orum (le armi))
cibaria,orum (il cibo)
cunabula,orum (la culla)
exta,orum (le viscere)
hiberna,orum (l’accampamento invernale)
spolia,orum (le spoglie)

• singularia tantum:pelagus,i
virus,i

vulgus,i e i nomi che indicano materia.

• plurale ≠ singol. : hortus,i (l’orto) --- horti, orum (i giardinetti)
ludus,i (il gioco, la scuola) --- ludi, orum(le gare)
auxilium,ii (l’aiuto) --- auxilia, orum (le truppe ausiliarie)
bonum,i (il bene) --- bona, orum (le ricchezze)
castrum, i (il castello) --- castra, orum (l’accampamento)
impedimentum, i (l’ostacolo) --- impedimenta, orum (i bagagli)

2° gruppo
Comprende i nomi maschili che al nominativo terminano in –er. Il vocativo è uguale al nominativo, per il resto le desinenze sono uguali a quelle dei sostantivi in –us.
I sostantivi in –er si dividono in due gruppi:
- i sostantivi che conservano la vocale tematica “e”;
-i sostantivi che perdono la vocale tematica “e”.
Quasi tutti si declinano come “ager”, pochi sono quelli che si declinano come “puer”.

SINGOLARE PLURALE
NOMINATIVO Puer Puer-i
GENITIVO Puer-i Puer-orum
DATIVO Puer-o Puer-is
ACCUSATIVO Puer-um Puer-os
VOCATIVO Puer Puer-i
ABLATIVO Puer-o Puer-is


SINGOLARE PLURALE
NOMINATIVO Ager Agr-i
GENITIVO Agr-i Agr-orum
DATIVO Agr-o Agr-is
ACCUSATIVO Agr-um Agr-os
VOCATIVO Ager Agr-i
ABLATIVO Agr-o Agr-is

N.B.(1)
I nomi come “puer” sono pochi e sono “socer, gener, liber e vesper”.


3° gruppo
Sono nomi neutri che hanno il nominativo in –um. Questi sostantivi si declinano come i nomi in –us, tranne che nei casi diretti del singolare e del plurale.
Parecchi sono i nomi neutri della seconda declinazione:
-nomi comuni di cose;
-nomi indicanti concetti astratti;
-nomi di frutta;
-nomi di città.

SINGOLARE PLURALE
NOMINATIVO Don-um Don-a
GENITIVO Don-i Don-orum
DATIVO Don-o Don-is
ACCUSATIVO Don-um Don-a
VOCATIVO Don-um Don-a
ABLATIVO Don-o Don-is
N.B.(1)
“pelagus, virus e vulnus” presentano i casi retti in –us.

Hai bisogno di aiuto in Grammatica latina?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email