Ominide 8828 punti

1 L’attributo
L’attributo è un aggettivo che accompagna un nome per precisarlo “attribuendogli” una qualità, una caratteristica, una determinazione.
L’attributo:
• concorda col nome cui si riferisce nel genere e nel numero:
Mio padre è un uomo stupendo
I tuoi fratelli frequentano una brutta compagnia
- può essere costituito:
- da qualsiasi tipo di aggettivo: qualificativo (un bambino diligente);
- possessivo (tuo zio);
- dimostrativo (quella casa); indefinito (poche monete); numerale (nove settimane); interrogativo (quale ragazza); esclamativo (che panorama);
- da un participio usato in funzione di aggettivo:
Ci ha accolto con un’espressione trionfante; Il tempo passato rivive nei miei ricordi;
- Può riferirsi a qualsiasi elemento della proposizione che sia costituito da un nome. Pertanto, non ci può mai essere l’attributo del predicato verbale, mentre ci può essere:

- l’attributo del soggetto: il clima mite ha contribuito a guarirlo,
- l’attributo di un complemento: Ho comprato una gonna nuova; Esco con le mie amiche;
- l’attributo del nome del predicato (o meglio della parte nominale del predicato; Mario è un impiegato eccellente;
- l’attributo dell’apposizione: Dante, illustre poeta , nacque a Firenze;
- in molti casi è un elemento accessorio, non essenziale per comprendere il significato complessivo della proposizione; in altri casi, invece, è un elemento indispensabile, fondamentale per il significato della proposizione:

Ho comprato un maglione rosso.
in questo caso, l’attributo rosso è un elemento accessorio: se lo eliminiamo, comprendiamo egualmente il significato della proposizione

Scelgo il maglione rosso.
In questo caso, l’attributo rosso è un elemento indispensabile: se lo eliminiamo, la proposizione risulta incompleta, assume un significato completamente diverso

Hai bisogno di aiuto in Grammatica italiana?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Come fare una tesina: esempio di tesina di Maturità